Benvenuti nuovi eroi

by

Ragazzi dobbiamo fare gli onori di casa ai nuovi arrivati, Amauri, Mellberg, Knezevic, Ekdal; loro conoscono la JUVE solo per le tante vittorie (29 scudetti; 2 coppe campioni; 2 coppe intercontinentali; 2 supercoppe europee; 1 coppa delle coppe; 3 coppe uefa; 9 coppe italia; 4 supercoppe italiana; 1 coppa intertoto; 1 serie B) ma dobbiamo spiegare loro cosa vuol dire essere juventini.

Essere JUVENTINI vuol dire non mollare mai, vuol dire aver vinto tutto quello che si poteva vincere e diventare capocannoniere della serie b, vuol dire essere umili, vuol dire essere fischiato a prescindere, vuol dire essere sostenuto da 14 MILIONI di tifosi, vuole dire amare quei due colori che presi separatamente sono uno l’opposto dell’altro ma uniti sono diventati il simbolo del calcio italiano a livello mondiale.
Mi rivolgo direttamente a Voi nuovi eroi bianconeri, la JUVE non è un punto di arrivo ma un punto di partenza, quello che avete fatto fino adesso quasi non conta, si azzera tutto, prima eravate dei giocatori di serie A o di premier league ora siete alla JUVE, 110 anni di storia ed una miriade di tifosi sparsi nel mondo da far sognare.

Da parte di tutto lo JUVENTUS CLUB MEDA un caloroso benvenuto nella nostra squadra sperando di poter gioire assieme per tante vittorie e per tanti anni.

Advertisements

Tag:

Una Risposta to “Benvenuti nuovi eroi”

  1. jcmeda Says:

    Io punto su Mellberg, secondo me è un acquisto sottovalutato.
    Benvenuto anche a Poulsen!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: