Archive for settembre 2008

Bate Borisov – Juventus: vivila con noi!

martedì, 30 settembre, 2008

Informiamo tutti i nostri lettori e simpatizzanti juventini che stasera, in concomitanza con la riunione settimanale, verrà trasmessa la partita di Champions League Bate Borisov – Juventus presso la nostra sede. A partire dalle 20.30 troverete numerosi soci e non per seguire tutti insieme questa gara di Champions…

Appuntamento presso:
Bar Eden, via P.Orsi 7, 20036 Meda (MI)

Questa mattina 3 nostri soci ci hanno informato che a Minsk è tutto ok, sono atterrati ieri e sono in attesa di seguire la gara. Juventus Club Meda presente anche in Bielorussia!

Annunci

Bate Borisov – Juventus

martedì, 30 settembre, 2008

Notte di Coppa Campioni
Notte che non finirà mai
Grande l’emozione che dai
Quando tu vinci per Noi…

Scarica l’inno ufficiale Champions League

martedì, 30 settembre, 2008

Quest’oggi un regalo per tutti i nostri lettori. Siamo tornati in Champions League, e non vedevamo l’ora di sentire e cantare “The Champioooonss”…ma cosa dice esattamente la canzone? Si tratta di una breve composizione in tre lingue: inglese, francese e tedesco, le lingue ufficiali della Uefa. Ecco il testo, e in fondo trovate il link per scaricare l’inno in formato mp3.

Ceux sont les meilleurs equipes,
Es sind die aller besten Mannschaften, the main event.
Die Meister, die Besten, les meilleurs equipes, the champions.

Les grandes et les meilleurs!
Eine grosse stattliche Veranstaltung, the main event:
These are the men,
Sie sind die Besten,
These are the champions!

Die Meister, die Besten, les meilleurs equipes, the champions.
Die Meister, die Besten, les meilleurs equipes, the champions.

CLICCA QUI PER SCARICARE L’INNO DELLA CHAMPIONS LEAGUE

(Tasto destro del mouse e scegli “Salva oggetto con nome”)

Juventus-Palermo con lo Juve Club Meda

lunedì, 29 settembre, 2008

Un’altra iniziativa organizzata dal nostro club per tutti gli juventini in Brianza: per la partita Juventus-Palermo di domenica 5 ottobre, ore 15.00, organizziamo un pullman con partenza alle 11,00 dalla nostra sede a soli 35,00 Euro, compreso il biglietto per lo stadio in Curva Nord. E’ un’ottima opportunità per seguire la squadra che mai come in questo momento ha bisogno del nostro sostegno prima della sosta prevista per la Nazionale. E’ infatti fondamentale ottenere 3 punti contro i rosanero del mai rimpianto ex Fabrizio Miccoli.
L’offerta è valida fino all’esaurimento dei posti sul pullman. Se considerate che i prezzi dei biglietti per questa partita, come potete verificare QUI, partono da 40 euro…e noi con 35 euro vi regaliamo anche il viaggio in pullman…non c’è un minuto da perdere per venire con noi!!
Per chi invece è già in possesso di abbonamento o biglietto e desidera solo il passaggio in pullman, il costo è di 16,00 Euro. Offriamo anche la possibilità di prendere il pullman al casello della Milano-Torino.

Complimenti Vale!!!

lunedì, 29 settembre, 2008

Nonostante la sua fede calcistica, dichiaratamente interista, mi sembra doveroso fare i complimenti al miglior pilota di moto di tutti i tempi, Valentino Rossi.

Ieri Vale ha conquistato il suo ottavo titolo mondiale, il sesto nella classe regina,  dopo due anni di astinenza. In una gara dove poteva accodarsi all’australiano Stoner e controllare senza troppi rischi l’avversario, lui ha voluto vincere a tutti costi dimostrando di essere il più forte quest’anno.

Il 2008 per lui è stato l’anno della rinascita e dei cambiamenti, ha battuto il record di vittorie in Motogp e 500 che apparteneva a Giacomo Agostini, ha corso per la prima volta con le gomme Bridgstone, ha vinto per la prima volta il titolo mondiale a Montegi.

Ancora tantissimi complimenti ad un pilota che ci fa alzare presto al mattino, ma che ci fa vivere momenti bellissimi, GRAZIE VALE.

Le temutissime pagelle di…

lunedì, 29 settembre, 2008

Sampdoria – Juventus

Manninger 6: fa il suo dovere senza troppi patemi

Grygera 6: tiene la posizione e Cassano non riesce a pungere, limita al minimo sindacale le scorribande offensive

Molinaro 6,5: Bene in fase difensiva, non molla mai e fino alla fine continua a spingere sulla fascia sinistra, risponde ai fischi di Torino con una prova convincente…peccato per le sue note carenze tecniche sui cross

Mellberg 6,5: altro giocatore sotto esame, buona prova anche la sua, non sbaglia niente ed effettua buone chiusure

Chiellini 6: meno prorompente del solito, ma comunque dalle sue parti non si passa

Poulsen 5,5: sbaglia troppi palloni e spesso viene saltato. Da lui ci si aspetta di più in fase di costruzione del gioco

Sissoko 6,5: è l’ultimo a mollare insieme a Molinaro e Nedved, sbaglia qualche facile appoggio, ma prova sempre a costruire qualcosa di buono, ma gli attaccanti oggi non ci sono proprio

Camoranesi 5: nel primo tempo si muove bene ma costruisce poco di concreto. Il secondo tempo lo passa a vagare per il campo senza idee e forse senza avere le forze necessarie per riuscire nelle sue giocate

Nedved 6: che dia tutto fino alla fine non è una novità, ma oggi è poco supportato dai compagni dell’attacco e di conseguenza non riesce a scardinare la difesa con le sue folate come gli riesce spesso

Del Piero 5,5: ci prova nel primo tempo e colpisce un palo, ma è meno ispirato del solito e non riesce mai a saltare l’uomo

Amauri 5: gli arrivano pochi palloni ed è guardato a vista da due avversari, non è una partita facile per lui, ma non ho visto nessuna delle giocate a cui ci ha abituato ultimamente

Iaquinta 6: meriterebbe s.v., ma entra quando ormai la squadra ha perso definitivamente il filo del gioco e il voto è un attestato di stima

Ranieri 5: ed il voto forse è anche troppo alto! Ancora una volta sfrutta solo uno dei tre cambi a disposizione ed in partite come questa è molto grave. Non fa nulla per dare la svolta ad un match palesemente bloccato a centrocampo. Lascia in campo un Camoranesi inguardabile ed inutile negli ultimi 30 minuti. Avendo Giovinco in panchina sarebbe il caso di sfuttarlo…soprattutto in partite così bloccate!

Juve: così non mi piaci

domenica, 28 settembre, 2008

Con tutte quelle occasioni da gol create mercoledì, mi è difficile capire perchè in 90 minuti abbiamo preso solo un palo (esterno). La Sampdoria non ha fatto molto di più, anzi, ma questa è stata una delle partite più noiose che ricordo. Difficile trovare il migliore in campo, in entrambe le squadre. Tutti hanno commesso errori grossolani, hanno sbagliato semplici passaggi, banali appoggi…no, così non va bene. In tutta la partita avrò contato 4 cross: uno dopo che la palla era già uscita, uno in curva, e gli altri 2 buoni. A me ieri la Juve non è proprio piaciuta. Non ho visto un gioco, non ho visto idee, niente. Io di ieri non salvo niente. Solo Alex ha provato qualcosa, ma purtroppo tutta la squadra non ha girato. E anche l’allenatore non raggiunge la sufficienza sicuramente, in quanto mi deve spiegare perchè non ha utilizzato 3 cambi, e cosa fa Giovinco in panchina: vuole forse farlo giocare in Champions League? Vedremo, ma un ragazzo di 21 anni non ha bisogno di una settimana di riposo prima di giocare un’altra partita. Un altro che non mi è piaciuto oggi è Poulsen: la Gazzetta diceva di schierarlo al fantacalcio, perchè era in forma; per me, è stato il peggiore in campo, seguito purtroppo da Molinaro. Torniamo da Genova con un pareggio giustissimo, nessuno meritava di vincere, anche perchè le due squadre non hanno mai cercato di vincere. E questo non va bene. Aspetto subito una reazione in Champions League: mi raccomando, la regola numero uno è non sottovalutare l’avversario!

P.S. Mourinho ha rotto le “scatole”

Tutti a Genova!

venerdì, 26 settembre, 2008

Domani la Juventus sarà impegnata sul difficile campo di Genova, nell’anticipo della quinta giornata di campionato, alle ore 18.00. Nonostante le numerose difficoltà che abbiamo avuto nell’acquistare i biglietti per la partita, poichè sono venduti inspiegabilamente solo a Torino, il nostro club non mancherà questo appuntamento. Saranno circa una decina i soci che prenderanno parte a questa trasferta organizzata insieme ai ragazzi del Nucleo 1985. La partenza è prevista in tarda mattinata, per essere a Genova con un congruo anticipo.
Lo stadio comunale Luigi Ferraris (storico capitano del Genoa, morto durante la Prima Guerra Mondiale) di Genova è uno dei primi e più antichi impianti tuttora in uso per il calcio ed altri sport. La capienza totale è di 36.743 posti a sedere, il settore ospiti ne tiene circa 3.000. Secondo me è uno degli stadi più belli d’Italia, tipo inglese, senza pista d’atletica: peccato che la visuale dal settore ospiti non sia per niente soddisfacente.
Per chi arriva in treno, la stazione più vicina è Genova Brignole (1 km dallo stadio). Per chi arriva in auto, uscire a Genova Est e seguire le indicazioni per lo stadio.
Apprezzo la tifoseria doriana, che si posiziona nella Gradinata Sud, la “curva” opposta al settore ospiti: buon tifoso e numerose bandiere blucerchiate sventolano durante tutta la partita. Il gruppo principale, gli Ultras Tito, fu fondato nella stagione 1968/1969, da numerosi ragazzi che provenivano da Sestri Levante. Il nome è un omaggio a Tito Cucchiaroni, attaccante argentino proveniente dal Milan che all’esordio nel derby segnò subito una doppietta. Non è casuale l’indicazione “Tito”: rappresentò anche e soprattutto il simbolo di quella Genova che, a poco più di vent’anni dalla fondazione della Sampdoria, voleva rovesciare i canoni della supremazia calcistica cittadina. Non a caso in città si sparse la voce, assai romanzata, che il nome del gruppo nascondesse un acrostico garibaldino: “Uniti Legneremo Tutti i Rossoblu A Sangue”. Inizialmente il simbolo del gruppo era l’Alex di Arancia Meccanica, successivamente divenne il ragazzo con la sciarpa, che rende onore all’attore Franco Gasparri, popolarissimo negli Anni Settanta. Recentemente hanno ottenuto la collaborazione di tutti i club blucerchiati a non esporre gli striscioni in segno di protesta contro il decreto, caso unico in Italia.

Le temutissime pagelle di…

giovedì, 25 settembre, 2008

JUVENTUS – CATANIA

Manninger 6: Ordinaria amministrazione, poco impegnato. Tradito dall’errore di Chiellini sul gol

Grygera 6,5: Ormai una sicurezza sulla fascia destra che copre totalmente con  disinvoltura

De Ceglie 6,5: Buona prova, soprattutto in fase offensiva, si fa sempre trovare per le sovrapposizioni

Legrottaglie 6: Gli attaccanti del Catania non creano particolari problemi, ma quando serve, lui c’è

Chiellini 5: Tutto bene fino al 68′ quando combina la frittata che costa 2 punti in meno in classifica ed il primato. Calcia sopra la traversa una buona occasione in area

Poulsen 6: Partita difficile in fase d’interdizione, visto che i due centrocampisti di fascia non garantivano la copertura. Tutto sommato se l’è cavata bene. Si fa respingere un tiro dal portiere già a terra

Marchisio 6,5: Chiude tutti gli spazi che si aprono davanti a lui, cerca di offrire qualche pallone filtrante per le punte, ma vengono tutti intercettati dalla difesa

Marchionni 5: Non riesce quasi mai a saltare l’uomo, fa un paio di cross ma da lui ci si aspetta di più. Perde un pallone facile a centrocampo e da lì parte il contropiede del pareggio

Giovinco 7,5: Nel primo tempo è un pò frenato dall’emozione, ma nella ripresa fa vedere tutto il repertorio di finte, dribbling, giravolte e assist che manda in tilt la difesa del Catania. Anche lui entra nella lista nera dei gol sbagliati. Ha classe, visione di gioco e personalità, tutti lo aspettavano con ansia e lui non ha tradito le aspettative

Del Piero 6,5: Si muove bene, è in serata e salta gli avversari con facilità, ma oltre alla bella traversa di testa e al tiro al volo parato miracolosamente, sbuccia un pallone che uno come lui deve indirizzare a rete

Amauri 6,5: Bel gol, è un’ira di Dio là davanti però sbaglia troppe facili occasioni (almeno 4), tra cui un colpo di testa da distanza ravvicinata con la porta sguarnita che finisce sulla traversaSalihamidzic 6: Ci prova ma non riesce mai a sfondare

Tiago s.v.: Entra anonimamente negli ultimi minuti

Nedved s.v.: Entra insieme a Tiago e calcia a lato l’ultima buona occasione per portare a casa 3 punti

Ranieri 6: E’ un vota alla squadra più che al tecnico; la media tra l’8 per la capacità di creare palle gol in quantità industriale e il 4 dato dall’incapacità di trasformare in gol quanto di buono creato. Speriamo non diventi un problema

Nonostante l’assalto, finisce 1-1

giovedì, 25 settembre, 2008

Nel turno infrasettimanale la Vecchia Signora si ferma in casa. Un pareggio che per le occasioni avute ci va un pò stretto. Nel primo tempo la squadra di Ranieri gioca sottotono, poco propositiva a centrocampo dove Poulsen e Marchisio difendono bene ma non fanno lo stesso in fase d’impostazione. Il Catania c’impensierisce un paio di volte, poi grazie al nostro fantastico attacco riusciamo a portarci in vantaggio. Il gol, come succede ormai da 3 giornate a questa parte, porta la firma di Amauri; colpo di testa su cross di Giovinco, ottima la sua prima da titolare con la maglia bianconera: al riposo siamo in vantaggio.

Nel secondo tempo entra in campo una Juve più autoritaria, che va vicino al raddoppio con Giovinco ed Amauri, ma al 68° Chiellini effettua il primo errore di questa stagione (complice il rimbalzo della palla su un terreno in pessime condizioni) e subiamo il pareggio grazie a Plasmati, che aveva già segnato a San Siro contro l’Inter. La reazione della Juve è veemente, doppia traversa di Del Piero (autore di un’ottima gara) ed Amauri nella stessa azione ed una miriade di palle gol sventate dal portiere etneo Bizzarri. Al triplice fischio finisce 1-1.  Di questa partita possiamo salvare la reazione avuta dai ragazzi ed un attacco (Del Piero, Amauri, Giovinco) in palla, se non avessimo buttato via il primo tempo forse sarebbe finita diversamente.

Sabato è di nuovo campionato, anticipo delle 18, contro la Sampdoria a Genova e martedì a Minsk contro il Borisov.