Le temutissime pagelle di…

by

Juventus – Zenit San Pietroburgo

Buffon 6,5: poco impegnato, ma sicuro nelle due uniche vere occasioni create dallo Zenit

Grygera 6,5: preso in mezzo dagli avversari che spingono bene sulle fasce, non va mai nel panico e limita i danni. Quando può si propone in avanti. Solido

Molinaro 5: anche lui preso in mezzo, va in tilt e sbaglia molto. Giusta la sostituzione, ma i fischi non se li merita. Cristian è un giocatore che in campo da tutto quello che può, e ieri non era una gara facile dalle sue parti. Un bel 2 agli imbecilli che lo fischiano!

Chiellini 7: giganteggia in difesa. Dalle fasce arrivano parecchi cross tesi e pericolosi, ma Giorgio le prende tutte, grandissimo

Legrottaglie 7: insieme a Chiellini ha avuto un gran lavoro in mezzo all’area, alla fine però il pericolosissimo e forte centravanti non la prende mai, e anche il temuto Arshavin non punge

Poulsen 5: i centrocampisti russi la fanno girare molto bene e a centrocampo si corre molto ma la si prende poco, sbaglia molti appoggi facili e alcuni lanci di parecchi metri. Può fare molto meglio

Sissoko 7: soffre la velocità e la precisione dello Zenit, ma quando i russi allentano la presa e cominciano a sbgliare qualche passaggio è lui che recupera palla e riparte trascinando tutta la squadra. Grande Momo!

Camoranesi 6: soffre l’inizio arrembante dei russi, non ha molte occasioni per mettersi in luce, ma da una mano al centrocampo in difficoltà. Colpisce un palo prima di uscire un infortunio

Nedved 6: aiuta il centrocampo e quando riesce tenta di affondare il colpo, ma la difesa russa è attenta e non gli da spazio. Il suo merito è quello di non mollare mai e tenere sempre in apprensione gli avversari

Del Piero 7: stenta nel primo tempo, ma quando arriva il momento giusto è lui che suona la carica e costringe gli avversari a molti falli. Da una di queste posizioni arriva la pennellata decisiva, il Capitano non delude mai

Trezeguet 5: non gli arrivano palloni giocabili, e quando è così David non si vede

De Ceglie 6,5: entra al posro di Molinaro e va molto meglio anche perchè poco dopo c’è il calo dei russi e lui ha la possibilità di farsi vedere in avanti. E’ il suo compleanno e si è regalato un esordio coi fiocchi in Champions League

Salihamidzic 6: si impegna per arginare le folate del terzino avversario, nessuna sbavatura e molto sacrificio, il solito Brazzo

Amauri s.v.: Sarebbe forse stato meglio metterlo prima

Ranieri 6,5: sapeva che sarebbe stata una partita difficile e così è stato. Ha impostato bene la formazione e lo Zenit pur macinando molto gioco non è quasi mai arrivato al tiro. Mezzo punto in meno per non aver messo prima Amauri che poteva tenere su qualche pallone e dare respiro a difesa e centrocampo

Advertisements

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: