Tutti a Genova!

by

Domani la Juventus sarà impegnata sul difficile campo di Genova, nell’anticipo della quinta giornata di campionato, alle ore 18.00. Nonostante le numerose difficoltà che abbiamo avuto nell’acquistare i biglietti per la partita, poichè sono venduti inspiegabilamente solo a Torino, il nostro club non mancherà questo appuntamento. Saranno circa una decina i soci che prenderanno parte a questa trasferta organizzata insieme ai ragazzi del Nucleo 1985. La partenza è prevista in tarda mattinata, per essere a Genova con un congruo anticipo.
Lo stadio comunale Luigi Ferraris (storico capitano del Genoa, morto durante la Prima Guerra Mondiale) di Genova è uno dei primi e più antichi impianti tuttora in uso per il calcio ed altri sport. La capienza totale è di 36.743 posti a sedere, il settore ospiti ne tiene circa 3.000. Secondo me è uno degli stadi più belli d’Italia, tipo inglese, senza pista d’atletica: peccato che la visuale dal settore ospiti non sia per niente soddisfacente.
Per chi arriva in treno, la stazione più vicina è Genova Brignole (1 km dallo stadio). Per chi arriva in auto, uscire a Genova Est e seguire le indicazioni per lo stadio.
Apprezzo la tifoseria doriana, che si posiziona nella Gradinata Sud, la “curva” opposta al settore ospiti: buon tifoso e numerose bandiere blucerchiate sventolano durante tutta la partita. Il gruppo principale, gli Ultras Tito, fu fondato nella stagione 1968/1969, da numerosi ragazzi che provenivano da Sestri Levante. Il nome è un omaggio a Tito Cucchiaroni, attaccante argentino proveniente dal Milan che all’esordio nel derby segnò subito una doppietta. Non è casuale l’indicazione “Tito”: rappresentò anche e soprattutto il simbolo di quella Genova che, a poco più di vent’anni dalla fondazione della Sampdoria, voleva rovesciare i canoni della supremazia calcistica cittadina. Non a caso in città si sparse la voce, assai romanzata, che il nome del gruppo nascondesse un acrostico garibaldino: “Uniti Legneremo Tutti i Rossoblu A Sangue”. Inizialmente il simbolo del gruppo era l’Alex di Arancia Meccanica, successivamente divenne il ragazzo con la sciarpa, che rende onore all’attore Franco Gasparri, popolarissimo negli Anni Settanta. Recentemente hanno ottenuto la collaborazione di tutti i club blucerchiati a non esporre gli striscioni in segno di protesta contro il decreto, caso unico in Italia.

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: