Serata di Champions, emozioni e sogno sfiorato

by

meda11La partita era la più importante della stagione e questo l’avevamo capito dalla richiesta di biglietti, e purtroppo non siamo riusciti ad accontentare tutti. Come in tutti i big match siamo riusciti ad organizzare 2 pullman, eravamo al gran completo: c’erano pure Marco (il gemello) e Deborah (moglie di Manuel, uno dei più attivi nel club), abbiamo avuto due ospiti d’eccezione, direttamente dal palazzetto  “PIANELLA” di Cantù sono venuti a tifare con noi  Chicco (Capo ultrà degli eagles cantù) e Loris (anche lui degli eagles); all’appello mancava solo Fabio “Sissoko” Oibaf  che, lunedì sera,  nella classica partita settimanale del club, si è procurato una distorsione alla caviglia causata da Highlander68 e, come il nostro campione, non ha patuto partecipare alla sfida, tanti auguri di pronta guarigione!

Verso le 18 e 30 i due pullman ci fanno scendere sotto la curva nord, come sempre, la gente era già in coda per poter  entrare allo stadio. Dopo aver consegnato i biglietti ai nostri amici greci, siamo andati alla solita pizzeria per mangiare, ma la tensione era alle stelle; come ormai è consuetudine è venuto a farci visita Jackyll, vecchio ultras degli anni 80, con il quale abbiamo bevuto un bicchiere di vino.

curva-nord1Quando siamo entrati nello stadio il colpo d’occhio era spettacolare, non c’era un posto libero in tutto l’impianto, all’ingresso delle squadre le due curve effettuavano le loro coreografie, la curva Sud recitava “YES WE CAN” (ma non è venuta benissimo), in curva Nord in mezzo ad un mare di bandierine tricolori capeggiava la maglia con il N° 12 “CURVA NORD”. La parte iniziale della gara si mette subito male con infortunio a Nedved, ma la nostra curva riesce a dare l’appoggio giusto ai ragazzi ed al gol di Iaquinta c’è stato il delirio, non si capiva più niente (io personalmente ho perso gli occhiali, ritrovati a fine partita) ed il tifo è diventato assordante fino al 46° minuto quando Essien  ha ribadito in rete la traversa di Lampard. Nell’intervallo eravamo tutti sconsolati, all’inizio del secondo tempo anche il tifo ha avuto un calo, ma dopo 2 occasioni buone ed il rigore di Alex la CURVA NORD era di nuovo una bolgia, con i nostri canti siamo riusciti a far alzare e saltare anche la gente che era in tribuna.

Poi il momento più triste, il 2 a 2, ma non solo per il fatto che tutti realizzavamo che non avremmo passato il turno, ma nel vedere tutte quelle persone che se ne andavano, che non volevano restare a fianco di quei ragazzi che fino a 30 secondi prima avevano la possibilità di passare il turno.

Bellissimo il coro durante il recupero “NOI NON VI LASCEREMO MAI” e applauso finale. PURTROPPO non era maggio e non eravamo a Roma.  All’uscita eravamo tutti un pò tristi per il risultato ma contenti di aver passato una serata piena di emozioni insieme a degli amici.

Annunci

Tag: , , , ,

2 Risposte to “Serata di Champions, emozioni e sogno sfiorato”

  1. oibaf Says:

    preciso che il paragone a sissoko si riferisce SOLO per l’infortunio dell’ultim’ora. niente battute grazie….

  2. highlander68 Says:

    Io invece preciso solo che la distorsione alla caviglia se l’è procurata da solo a causa con un intervento un po’ troppo deciso in una situazione in cui non c’era necessità… Avete mai provato a tirare un calcio aa una roccia? Provate….e poi mi dite cosa succede….
    A parte gli scherzi, in bocca al lupo Oilbaf, sinceramente mi aspetto di rivederti domani sul pullman per Torino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: