Scontri prima durante e dopo Juventus-Napoli

by

napoletani a torinoE’ molto strano che questa mattina, cercando su Google “Scontri Juventus-Napoli”, non ho ancora trovato un articolo, un riferimento, a quanto accaduto ieri sera, 31 ottobre 2009, allo stadio Olimpico di Torino.
Come tutti sapete la partita era vietata ai tifosi del Napoli grazie all’Osservatorio e al CASMS. E allora cosa non ha funzionato?
Come mai c’erano un sacco di tifosi napoletani in tutti i settori dello stadio? Come mai alla stazione di Porta Nuova a Torino c’era un ritrovo per i tifosi del Napoli provenienti da Sud? Perchè hanno preso possesso di un tram e non facevano salire chi aveva la sciarpa della Juve?
Che senso ha chiudere il settore ospiti e riunire 200 napoletani nella tribuna adiacente, contro il settore ospiti? Come facevano a essere allo stadio napoletani residenti a Gravina (in Puglia) con tanto di striscione GRAVINA PARTENOPEA (foto qui a fianco, in basso)?
Quello a cui ho assistito ieri è stato uno spettacolo pietoso. Mi faceva schifo vedere in Curva Nord gente con la maglia del Napoli (prontamente cacciati) e nella tribuna Ovest, a fianco della Curva Nord, al terzo gol erano tutti napoletani! E come esultavano!! Sembrava di essere in casa loro! Che schifo. A loro era permesso di tutto, gli steward stavano fermi, tant’è che a un certo punto qualcuno ha pure tentato di scavalcare verso il campo. Per non parlare di quelli che tiravano pugni alle spalle e scappavano. Che vergogna.
E come una canzoncina che sentivo sul pullman per andare a Torino: NON SI PUO ‘ANDARE AVANTI COSI’!
Non sta a me raccontare le botte che han preso i napoletani all’uscita, ma un’idea di come siano entrati ce l’ho. Qualche rivenditore Lottomatica non avrà avuto problemi a stampare biglietti anche per non residenti in Piemonte, magari dietro un piccolo compenso. La cosa non mi sorprenderebbe, perchè basta pagare 5 euro per farsi fare un cambio nome sull’abbonamento nelle rivenditorie vicino allo stadio. Così i bagarini continuano a vendere abbonamenti e a fare affari d’oro, i giornalisti raccontano della grande vittoria del Napoli, e noi per seguire la nostra squadra del cuore saremo obbligati a sottoscrivere la tessera del tifoso.
NON SI PUO’ ANDARE AVANTI COSI’.

P.S.: non verranno approvati commenti senza email reali.

Tag: , ,

44 Risposte to “Scontri prima durante e dopo Juventus-Napoli”

  1. antonio Says:

    ancora nn capisco dove nasce il problema dal momento ke i napoletani sn venuti a sostenere la propria squadra. Credo ke se la juve avesse vinto queta questione nn sarebbe prp nata accettiamo la sconfitta da signori

  2. LEGIONARIO 87 Says:

    Complimenti anche agli steward che fanno i leoni con noi, romponno se se ti siedi in vetrata, rompono se metti una pezza contro la tessera del tifoso, rompono se starnutisci, rompono se vai in bagno, rompono se porti una bottiglietta, rompono se 2 minuti dopo la fine della partita sei ancora dentro, rompono se Iaquinta viene a esultare in vetrata coi tifosi… mentre gli ospiti vengono a casa nostra a fare cosa vogliono ma con loro non fanno tanto i leoni…e li pagano anche…VERGOGNA!!!
    Di ieri si è salvata solo la Nord che ha sostenuto la squadra anche sul 2-3…
    NOI NON SIAMO NAPOLETANI!!!

  3. Marione Says:

    vi racconto questa: mio padre è salito a trovarmi per vedere sia la samp che il napoli.. ovviamente non ho potuto prendergli il biglietto per il napoli in quanto residente nel lazio, come anch’io, ma essendo abbonato non ho avuto probemi ad entrare.. gli scontri ci sono stati anche nel settore laterale est, era pieno zeppo, e per farvela breve ho visto una ragazza presa a pugni dietro la nuca e trascinata per terra per i capelli da un paio di stronzi, gli steward non mi sono sembrati molto pronti nel sedare la rissa.. la mia domanda è: è più sicuro tenerli nel settore ospite, circondati e scortati, o permettergli, con mezzucci vari, di essere presenti e non controllati in vari settori, facendo nascere vari focolai di rissa??? dov’è la tanto decantata sicurezza decantata dall’osservatorio? è possibile che per paura io abbia dovuto lasciare lo stadio senza la sciarpa al collo, visto che tutti uscivano con tutti???

  4. Vito Says:

    Tutto questo è assurdo, ma ragazzi di cosa ci meravigliamo, questa è l’Italia, questi sono i politici che abbiamo, il cui unico pensiero è la sicurezza negli stadi….non importa poi se l’Italia è attanagliata da altre mille problematiche sociali ben più importanti della sicurezza negli stadi. Davvero non si può continuare ad andare avanti così, gli ospiti che a Torino fanni i padroni è a noi rompono i cog….solo perchè abbiamo uno striscione con scritto ANDRIA…dicendo non è autorizzato…ma ragazzi dopo aver fatto oltre 1.000 km. è possibile tutto ciò. Nonostante tutto ci vedremo a Bergamo. Stanno uccidendo la ns. passione più bella! Con amicizia. I ragazzi di Andria. Sempre Onore a Voi!

  5. 17 Says:

    gli steward non sono assolutamente ridicoli!!! anzi li giustifico pienamente dato che prendono una miseria…si fanno tutta la partita seduti al freddo al gelo per controllare 4 stronzi scassa coglioni che non sanno vivere civilmente un scontro!!! siete ridicoli se pensate che gli steward hanno il compito di arginare ogni rivolta o scontro dato che non sono nemmeno tutelati dalla legge in caso di ferite e/o colluttazioni…andate a chiamare i vostri amici poliziotti…o fornite gli steward di manganelli…

  6. Piero Says:

    Essere allo stadio Parterre Ovest, con il figlio in divisa ufficiale della Juventus J-Stars (per motivi di rappresentanza ) in mezzo ad una massa incontrollata di tifosi (Napoletani) sparsi nei vari settori non è stata una bella esperienza. Se sei da solo o con amici non è un problema ma con i figli allo stadio è un cazzo di guaio.
    Vogliamo dare e infondere sicurezza alle famiglie allo stadio !!!!??????
    tutte cazzate !!
    E chiaro che gli steward si guardavano bene ad intervenire quando Hamzik
    ha segnato il 3° gol siamo stati praticamente travolti dai tifosi napoletani a quel punto ho detto ai ragazzi andiamo fuori dalle palle cosi’ evitiamo spiacevoli e dolorose discussioni.
    Peccato il calcio è cambiato troppo in questi anni la gente (per fortuna non tutti e ci tengo a precisararlo) va allo stadio per sfogare il proprio malessere e le proprie frustrazioni e cosi’ non va bene.
    Un Papà che difficilmente andrà ancora allo stadio con il Figlio, anche se gioca in una Grande società come la Juventus

  7. Marione Says:

    assurdo.. ve l’ho detto, nel laterale est una ragazza è stata trascinata per terra per i capelli.. gli steward sono ridicoli perchè cercano di far rispettare delle regole sciocche, ma se c’è da intervenire se ne guardano bene.. lo steward non è la maschera del teatro, lo steward è li anche per garantire ordine e se non possono agire in prima battuta che vengano impiegati poliziotti allo stadio, dopodichè possiamo parlare di sicurezza.

  8. mikele Says:

    ke ce la vekkia signora e la povera zebraccia anno avuto gli skiaffi????’ke ce vi brucia ke avete preso 3 panettoni…….komunque se a torino qualke napoletano a preso gli skiaffi penso ke a napoli nn ci potete proprio mettere piede…….forza napoli…….orgoglioso di essere napoletano

  9. oibaf Says:

    Vai a scuola che è meglio

  10. Luigi Says:

    Caro amico Marione, quella ragazza era napoletana. Ed il ragazzo, nonostante la maschera di sangue che aveva sul volto, ha tentato di proteggerla.
    Scena simile si è vista quando un signore del Napoli ha tentato di proteggere dalle botte il figlioletto di 8/9 anni.

    Credo che lo schifo di cui tanto parlate non sia da imputare ai napoletani, ma ai padroni di casa che, dopo il 3 – 2, hanno letteralmente perso il controllo.

  11. oibaf Says:

    Infatti io non ce l’ho con i napoletani, ma con l’organizzazione. Non era forse meglio riempire il settore ospiti di napoletani, e tenerli dentro lo stadio nel dopopartita come succede per tutte le tifoserie ospiti a Torino e in tutta Italia?

  12. Giovanni da Torino Says:

    Come vedi carissimo io sono Nato a Torino vivo in provincia di Torino e sono tifosissimo e se avessi voluto sarai tranquillamente stato allo stadio.
    Il piemonte volendo conta quasi più tifosi partenopei che Juventini e in quanto nati a Torino da genitori campani non sono soggetti alle limitazioni di quell’organo razzista e iniquo denominato Casms.
    Comunque ho fatto bene a non andare allo stadio in considerazione del fatto che i vostri drughi hanno scavalcato la curva fino alla tribuna est per picchiare a sangue un padre con bambino di 10 anni rei di avere al collo una sciarpa azzurra.
    Vergognatevi.

  13. Marione Says:

    il mio non era un attacco ai tifosi napoletani, attenzione ragazzi; io ho criticato la scelta di chiudere il settore ospiti e mischiare tutti con tutti; a prescindere dalla fede, è assurdo che una ragazza prenda dei pugni o venga trascinata per terra per i capelli; la mia osservazione è solo quella che il settore ospiti permette A TUTTI di vedere la partita in pace, di evitare quanto più possibile gli scontri e permettere alle famiglie di vedere la partita in pace; davanti a me avevo un signore sui 45 che ad ogni gol del napoli esultava giustamente, io ho rosicato ma non per questo ho fatto a botte. Le cose cambiano se invece il tifoso ospite provoca ed esagera, ma lì il discorso è più ampio e non riguarda più il tifo pulito. Spero di essermi spiegato meglio ora; buona giornata a tutti

  14. Giovanni da Torino Says:

    Scusami tanto non mi sembra di aver sentito che i tifosi del Napoli fossero nelle curve, io ho una certa età e non voglio andare nel settore ospiti, io sono uno che allo stadio è sempre andato in quelli che una volta si chiamavano distinti e da sempre i tifosi sono stati misti, ora vorrei capire dove sta il problema, ci avete insultato picchiato uomini donne e bambini, io so stare in mezzo alla gente e se il napoli vince urlo e faccio festa, l’anno andai a quella di coppa italia eravamo insieme ci sfottevamo ridendo reciprocamente e il Napoli perse, alla fine strinzi e mi strinsero la mano ci lasciammo con un sorriso e ognuno a casa sua, il settore ospiti a senso di essere aperto quando e se permettono l’arrivo di ultras ma sabato a torino vi erano solo tifosi sportivi e nulla più.

  15. delpi78 Says:

    quello successo sabato è quello che succederà da gennaio perchè con la tessera del tifoso molti ultras andranno in tribuna. Io non so se sono state picchiatti donne o bambini o vecchi, io so solo che se andassi al San Paolo anche nei distinti con una sciarpa bianconera non so se vedrei l’inizio della partita. Giovanni tu hai ragione che i tuoi figli possono prendere il biglietto ma quelli arrivati da napoli come facevano ad averlo?? io ho visto molte persone napoletane inveire contro la vetrata che proteggeva indicando di vedersi fuori, poi adesso tutto sto casino perchè la gente è andata ad aspettarli fuori?? Giovedì nella pizzeria dove andiamo sempre c’erano dei sampdoriani, ma non è successo niente, loro hanno coperto le loro maglie in segno di rispetto, voi invece come sempre dovete esagerare e quando uno esagerà può dar fastidio, soprattutto se a casa mia vuoi fare il GUAPPO.

  16. MuD Says:

    Cazzate.. Dalla sud i Drughi han scavalcato perché qualche CANE napoletano voleva staccare lo striscione di ALESSIO E RICCARDO.. Chi ha orecchie per intendere, intenda.. Comunque, visto quel che è successo, OSSERVATORIO, UNICA DIFFIDA!! NOI NON SIAMO NAPOLETANI!!

  17. Giovanni da Torino Says:

    Le cose allo stadio vanno male perchè la mamma dei cogl**ni è sempre incinta e l’ultimo che ha scritto ne è la conferma.

    ____________

    Per delpi sabato un mio amico Professore di fisica (non ultrà) nato a Napoli ma residente a Milano da 50 anni non gli hanno fatto il biglietto, nessuno veniva da Napoli quelli che hai visto tu sono dei cretini uguali al soggetto MUD nati altrove non in campania la sostanza non cambia.

  18. Giovanni da Torino Says:

    Faccio ancora una precisazione mia moglie è Juventina ed è venuta con me (tanti anni fa) quando il Napoli frequentava la serie A per far numero allo stadio di torino Delle Alpi settore ospiti con gli ultrà napoletani ed aveva la sciarpa della Juve, venne rispettata.
    Basta sapersi comportare.

  19. highlander68 Says:

    Invito tutti a moderare toni e misurare le parole. Io dico solo che non è ammissibile che A CASA MIA possa entrare chiunque a comportarsi come se fosse lui il padrone. Con questo ho detto tutto. I pestaggi che ci sono stati nel dopo partita sono stati provocati anche da qualche bravissima persona, sicuramente di torino, sicuramente non ultras cha dopo il gol del 3-2 si è rivolta verso la corva nord facendo gestacci ed invitando gli ultras della juve a vedersi a fine partita (e vi assicuro che non erano casi isolati, ma decine e decine di persone). E gli ultras a fine partita sono andati ad aspettarli, non è così che funziona?
    Riferendomi al mio articolo su Capello, questa è la dimostrazione che le varie restrizioni, la tessera del tifoso e quant’altro sono tutte strumentalizzazioni politiche. Gli ospiti vanno nel loro settore e chi gioca in casa ha il diritto di giocare in casa e di poter tifare liberamente in ogni altro settore dello stadio. Questo sabato non è successo ed è molto grave. I politici chiaccheroni dovrebbero farsi un bell’esame di coscienza ed assumersi le responsabilità invece di far finta che non sia successo nulla. Ribadisco i vertici del nostro calcio MI FANNO SCHIFO!!!!

  20. alessandra Says:

    che poi i napoletani vengano a fare i santarellini QUANDO CHI C’ERA ALLO STADIO SA BENISSIMO come si sono comportati, è una barzelletta. Cercare di strappare però lo strisscione di ALE E RICKY è roba da IMFAMMI!!!!. Se venite a Torino, rispettate la ns città(tram), i ns tifosi, il ns stadio e sarete il benvenuti. Giovanni, a napoli(detto da amici napoletani) la sciarpa la devi nascondere!!!!

  21. LEGIONARIO 87 Says:

    i napoletani che si lamentano che siamo infami…dopo questa le ho sentite proprio tutte…

  22. BEGU 82 Says:

    La realtà è che vi è andata troppo nel c***, imparate a perdere e soprattutto imparate CHE VI PICCHIAMO QUANDO VOGLIAMO anche a casa vostra, non riuscite nemmeno a difendere il territorio. SCAPPA CONIGLIO BIANCONERO!!!

  23. Giovanni da Torino Says:

    Consiglio non volete che gli altri vengano a casa vostra? avete no stadietto di 18ooo posti cioè quanto la curva del sanpaolo, fate gli abbonamenti occupate tutto lo stadio cosi’ ve le cantante da soli.

    A Napoli si potrà andare senza sciarpa se sei della squadra avversa ma a Torino non è mica tanto differente.

    Comunque ho appena ricevuto la notizia che tre tepppisti della vostra curva sono stati fermati dalla Ps e saranno processati per aggressione e porto abusivo di armi

  24. Alberto Says:

    Il problema di fondo è, che si guardi quanto accaduto da Torino o da Napoli, che ancora non abbiamo raggiunto quel minimo di livello di civiltà, giusto quel tanto che ci distingua dalle scimmie nostri antenati, che ci consenta di irritarci per una sconfitta o esultare per una vittoria, senza offendere o aggredire l’avversario. Anche in questa sequenze di commenti, al di là di personaggi psicologicamente problematici come BEGU 82, hanno quasi tutti dimostrato quanto diffusa sia la patologia che impedisce di ragionare se non in funzione della propria appartenenza sportiva. Gli scontri di Sabato sono stati una sconfittà per tutti, napoletani e juventini, senza eccezione.

  25. Kaiser Says:

    allora…è normale ke un tifoso faccia di tt x tifare, appunto, e se hanno esultato così tanto è normale, xke è un impresa quella del napoli ed è giusto festeggiare, siete voi razzisti ke ci avete attaccato xke nn sapete perdere
    quando verrete a casa nostra, fate quello ke volete, ma noi(almeno io personalmente)nn vi attakkerò xke è giusto tifare x la propria squadra
    nn so ke è successo o xke, ma poxiamo convivere in pace, uno dei miei migliori amici è juventino e mika ci siamo presi a botte!poi conosco un sacco di gente di torino e dp la partita ci abbiamo riso sù
    torino fà parte dell’italia, ke prende nome dalla penisola italiana, ke sfortunatamente x voi comprende anke napoli….

  26. Il Capitano di Hvar Says:

    E’ assurdo che comunque vengano aggredite persone che stanno seguendo la propria squadra del cuore…in particolar modo è vergognoso che ragazze e bambini siano soggetti a simili violenze. Concordo che è molto + pericoloso mischiare le tifoserie, e trovo davvero brutto e di cattivo gusto il tentativo di voler staccare uno striscione in onore a quei due poveri ragazzi… Ma i Drughi invece di “punire” i colpevoli, hanno fatto partire la caccia al napoletano… la cosa la trovo VILE E INDEGNA…per di più come aggravante c’è la sconfitta della Juve, se la juve non avesse vinto, probabilmente non sarebbe successo niente, e allora è inutile sprecare fiato, rosicare il culo e picchiare il primo tifoso del Napoli che passava non fa altro che sottolineare l’ignoranza di questi gruppi ultras. Io ho assistito la partita in un bar in Irpinia con tifosi del napoli e della Juve uno accanto all’altro e non è successo nulla, certo che quando perde la mia squadra e gli altri ti prendono in giro mi fa girare le palle…ma non x questo devo spaccare la faccia a qualcuno…CI VUOLE CIVILTA’ E INTELLIGENZA…RIDE BENE CHI RIDE ULTIMO!

  27. MuD Says:

    Io sarò pure un coglionazzo, ma mai mi sognerei di infangare la memoria di 2 ragazzi morti, MAI!! e chi lo ha fatto, lo ha fatto semplicemente per provocare.. Bravi, complimenti.. Che poi ragazze e bambini han preso schiaffo perchè avevan la sciarpa del Napoli, mah, ho miei dubbi..

  28. Giovanni (da Torino) Says:

    Il problema è Italico purtroppo siamo discendenti tutti fatta eccezione per qualche Barbaro del nord dall’impero romano che allo stadio ci andava per vedere la gente morire, quando poi ci accorgeremo che oggi il calcio è uno sport e che quasi sempre vince il migliore e sabato il Napoli è stato migliore, forse dico forse potremmo assistere alle partite in compagnia di questo o di quel tifoso della squadra avversa.
    Giustamente vanno fatte le debite eccezzioni per quegli animali dediti all’uso di sostanze stupefacenti che frequentano le curve.

    Per ora auspico un ritorno massivo delle forze di polizia negli stadi al posto di quegli inetti steward tanto pagare per pagare almeno si pagano dei professionisti del manganello

  29. delpi78 Says:

    io non credo molto alla tesi del striscione, mud come hai dei dubbi per le ragazze ed i bambini presi a schiaffi dovresti averli anche per lo striscione, non essendo li non puoi essere certo di quello che è successo in sud, ci sono stati casini ormai è successo, in tutte le trasferte vietate ai tifosi del napoli ci sono sempre stati problemi perchè i napoletani facevano a casino (ricordo per esempio un milan napoli di due anni fà) le altre volte i tifosi di casa civilmente lasciavano i posti per non avere problemi sta volta i tifosi di casa (sicuramente imbufaliti per la sconfitta) hanno reagito. quest’anno a genova è stata picchiata una famiglia di juventini (con prognosi di 30 giorni) ma nessuno ne ha parlato, in 28 commenti sul blog nessuno ha ricordato il tifoso juventino aggredito a bologna mentre era in compagnia del figlio, nessuno parla dello juventino accoltellato proprio dai napoletani 3 anni fà. Fa comodo dire adesso che gli juventini sono vili e violenti.

    Giovanni io sono di torino ed quasi tutti amici meridionali, perchè come sai siamo rimasti in pochi piemontesi, oggi un mio amico napoletano in tribuna sabato sera mi ha detto che si è vergognato delle scene viste da parte dei suoi compaesani.

    in tre anni di utilizzo di stadio è la prima volta che ci sono dei problemi ed io l’inficio alla trasferta non autorizzata dall’osservatorio.

  30. Ostaggi degli ultrà : Il colore del grano Says:

    […] contatto con i tifosi della Juventus, pur i tifosi moderati della tribuna. Il risultato sono stati atti di violenza diversamente intepretati dalle due parti, ma che ci ricordano quanto inutili alla fine siano queste […]

  31. MuD Says:

    Ma ovvio che io abbia dei dubbi sullo striscione.. Devo dire, però, che la cosa non mi sorprenderebbe dal momento che insultare i NOSTRI morti va’ tanto di moda.. Poi, tu hai fatto un analisi che non fà una grinza di quello che PUÒ ESSERE successo.. Io, per motivi di lavoro, purtroppo non ho potuto essere a Torino.. Ma ti ripeto, a ciò che mi han riferito, non fatico a crederci.,

  32. angelo melly Says:

    rispondo ai nostri nemici juventini sul fatto che erano presenti tanti napoletani all’olimpico che sicuramente non erano ultras e che vi hanno fatto rosicare! credo che con il fatto che non ruate come prima non riuscite ad abituarvi!poi tornando alle botte prese da quei on ultras non contano nulla perche noi utras napoletani vi abbiamo sempre picchiati e sempre l faremo anche li a torino come e sempre successo!in riguardo alla partita non abbamo rubato niente e siamo stati superiori e proprio non vi va giu!no siamo conto il calcio moderno!no alla tessera del tifoso!ultras liberi!scappa coniglio bianconero!
    lo stao ha fatto una legge
    ch dice allo sbirro cosi
    appena incontri un tifoso
    arrestalo e prtalo qui!
    appena arrivati inquestura
    sbirro tremare dovra
    lalegge non ci a paura
    lo stato non ci fermera!
    e in fatti non ci fermeremo
    la vita degli utras si sa
    conosce soltanto due leggi
    COERENZA E MENTALITA!
    congrautulazioni per quei pochi juventini che sono sportivi e che sanno accettare le sconfitte!
    nessuno e come noi mettetevelo in testa!
    ORGOGLIOSI DI ESSERE NAPOLETANI!
    e nn ve la prendete e solo uno sport!come godo!

  33. skett Says:

    Quello che è successo sabato sera è l’ennessima dimostrazione che il decreto anti-ultras non funziona e non funzionerà.

    Sabato se qualche pazzo aveva lame o simili poteva tranquillamente ferire chi voleva DENTRO LO STADIO.

    Infine vorrei ricordare a tutti che in Inghilterra il settore ospite esiste ancora.

    Da casa mia ho visto ultras del napoli riaccompagnati alla stazione e dalle bandiere nere suppongo fossero quelli della “MASSERIA”.

    Libertà x gli ultra e no alla tessera del tifoso

  34. delpi78 Says:

    Mud quello che ti hanno riferito è quello che c’è scritto sul post di Orgoglio Gobbo, io dico che a volte non ci accorgiamo di quello che avviene accanto a noi in nord figurati con il passaparola cosa succede in sud.

    Per il coglione di ANGELO MELLY chiudi la mail dicendo di non prendercela perchè è solo uno sport e poi cominci con un “AI NOSTRI NEMICI JUVENTINI” penso che tu non sia un ultras, non sai cos’è la coerenza e mentalità. Forse non sai leggere, nessuno ha parlato del fatto che il napoli non abbia meritato di vincere, si è solo parlato del comportamento dei tuoi compaesani. che è lo stesso che tu hai usato qui, sei venuto in casa nostra ed hai insultato non hai portato rispetto come per esempio ha fatto Giovanni. In più tenere testa di M…..A i primi a lamare i non ultras siete voi.

  35. skett Says:

    …e comunque gli ultras del napoli sono i più tosti d’italia.

  36. highlander68 Says:

    Scusi signor angelo melly, ma la tastiera del tuo computer non è dotata delle vocali con l’accento? invece di andare allo stadio faresti meglio a perdere il tuo tempo aprendo i libri e cominciando ad imparare la lingua dello stato che ti ospita. IGNORANTE!!!

  37. Gaetano Says:

    salve ragazzi sabato sera bastava solo accettare la sconfitta….mentre uscivo dallo stadio ho visto un ragazzo parlare a telefono, penso con un parente, tempo due o tre parole dette in dialetto napoletano lo hanno aggredito da dietro, lo hanno massacrato di botte, addiritturo invìcappucciati di nero con bastoni….che infami venti persone contro una….gli faccio solo tanti auguri a quel ragazzo…tutto è iniziato da uno che lo ha sgambettato per poi farlo riagire……vigliacchi,maledetti…con tutti i bambini che guardavano con sguardo ormai assente, scioccati, poverini….è vergognoso entrare allo stadio senza uno che ti controlla, riesci ad entrare con pitola e coltello senza che nessuno si accorga….un consiglio che vi do a quelle persone che hanno massacrato a quel ragazzo, è di non andare al san paolo al ritorno….rischiate solo di tornare sulla sedia a rotelle….

  38. liberta' Says:

    Io c’ero.
    Sono nata a napoli, da vent’anni a Torino, orgogliosissima di essere napoletana.
    Per la prima volta allo stadio sabato 31 Ottobre: volevo vedere il Napoli… qualcosa che sapesse della mia città, del mio passato, della mia vita….

    è stato terribile… terribile dover “esultare” col cuore ed in silenzio..
    terribile il connubio tra la speranza del terzo goal e la paura di ciò che questo potesse scatenare…. terribile vedere delle donne in mezzo ad una rissa… ancor di più vedere i bambini in mezzo ad una rissa….
    HO GIURATO: MAI PIU’ ALLO STADIO.
    Questo messaggio non è rivolto a nessuna delle due parti, ma a chiunque rappresenti LA VERGOGNA DELL’ITALIA. INTERA.

  39. ciro Says:

    La cosa che piu mi colpisce e la frase riportata nell’articolo “Non sta a me raccontare le botte che han preso i napoletani all’uscita”.
    Da tifoso, e non da napoletano, solo da tifoso mi pongo una domanda. Tra tutte le denuce che hai riportato qui sopra, forse questa non e’ l’unica SERIA ?
    Spero che un giorno io possa andare in qualsiasi stadio d’italia a tifare per la mia squadra !

  40. oibaf Says:

    Già uno che si chiama Ciro e non è napoletano mi puzza. Io sono juventino, ero in Curva Nord, non ho visto nessun pestaggio, ho solo dedotto cosa sia successo all’uscita..ma da entrambe le parti caro mio.

  41. alegingy Says:

    Penso che qui qualcuno abbia travisato il senso e le parole dell’articolo iniziale.
    E’ ovvio che alla base di questi episodi ci sia un’inciviltà latente che nel mezzo della massa esplode in comportamenti di violenza e di non rispetto.
    Quello che però si voleva sottolineare è come esistano regole che poi non vengono applicate se non solo superficialmente: che senso ha obbligare i tifosi a sottoscrivere una tessera con cui essere schedati, se non si controllano le ricevitorie o se si chiude il settore ospiti? Bisognerebbe almeno evitare che si vengano a creare situazioni potenzialmente pericolose.
    Poi ovvio, il problema non si risolve solo così, bisognerebbe educare alla cultura sportiva molti tifosi, ma anche in molti presidenti, allenatori, giocatori che spesso non si rendono conto del potere distruttivo che hanno alcuni loro atteggiamenti.

  42. Raffaele Says:

    fonte: un siro internet di tifosi del Napoli

    NOVEMBRE 2009 – CURIOSITÀ
    «IO NAPOLETANO AGGREDITO DA JUVENTINI»
    IL RACCONTO DI UN TIFOSO NAPOLETANO A TORINO

    Torino- Evidentemente i tifosi Juventini ci tenevano particolarmente all’imbattibilità che durava ormai da ben 22 anni. Cori ed intimidazioni ecco l’accoglienza riservata ai supperters azzurri. Non vogliamo essere di parte, ci limiatiamo a riportare una lettera di un tifoso napoletano inviata al quotiano Il Mattino, all’indomani della sconfitta patita dalla Juventus in casa contro il Napoli.

    “Io napoletano aggredito allo stadio da juventini, e nessuno è intervenuto”

    “Buongiorno a chi mi leggerà. Sono un NAPOLETANO che vive in provincia di Torino da circa 10 anni e che da tifoso napoletano si reca allo stadio per vedere quando possibile la partita Juventus-Napoli. Negli ultimi 10 anni ho assistito a circa 6 incontri (campionato di B e di A), in tutti i casi tornando a casa sconfitto tranne ieri 31.10.2009. In tutte le occasioni precedenti rendevo merito ai vincitori e tornavo a casa con la mia sciarpa azzurra al collo. Sabato invece le cose erano diverse. Il Napoli vinceva in campo MERITATAMENTE ma evidentemente i tifosi juventini non sono abituati a perdere. Assistitendo alla partita in tribuna, già durante la partita venivo aggredito verbalmente dalle persone presenti in tribuna con frasi razziste; sorvolavo. Alla fine della partita però, sul varco dal settore W1 della tribuna, venivo aggredito da supporter juventini e solo la mia stazza fisica mi permetteva di divincolarmi rimettendoci solo la mia sciarpa AZZURRA. La polizia interveniva solo tardivamente per permettere ai tifosi napoletani che aspettavano all’interno e che dopo il mio episodio si erano fermati . Tuttavia notavo l’ASSOLUTA ASSENZA di personale di sicurezza della società Juventus F.C. ( i cosiddetti steward) tanto ligi all’inizio della partita nel sequestrare gli accendini (i tifosi juventini fumano in tribuna irrispettosi dei vicini e dei divieti) ma che si erano completamente dissolti quando era necessario che svolgessero il loro compito di sorveglianza chiamando le forze dell’ordine che invece sono state richiamate dal sottoscritto. L’unica presenza “societaria” era un enorme “pupazzone” vestito da calciatore della Juventus con intorno ragazze immagine. Mi chiedo: ma non era obbligatoria la presenza degli steward per garantire la sicurezza all’interno e sui varchi dello stadio per chiamare quando necessario le forze dell’ordine? Dove erano gli steward preposti al varco W1? Infine un complimento vivissimo alla sportività della tifoseria juventina, che con cori razzisti ha accolto i tifosi napoletani e la squadra del Napoli per tutta la durata della partita, anche quando la loro squadra era in vantaggio. Mi riservo nei prossimi giorni di valutare con i miei legali se l’assenza degli steward che ha reso possibile la mia aggressione può comportare una responsabilità della società Juventus F.C. ed una denuncia all’autorità giudiziaria”.

  43. Gianni Says:

    ascolta giovanni, non dire cazz***, io allo stadio c’ero, e ho visto molto bene, al terzo gol del napoli, i napoletani hanno tentato di staccare lo striscione ALESSIO e RICCARDO, quindi evita!
    e i pugni e i calci li ho visti andare addosso, sicuramente non a padri con figli, e donne!
    ma solo a CANI napoletani!

  44. Miki Says:

    Caro il mio coniglio bianconero. Il vostro valore si e’ visto in coppa, con gli ultra’nn sta a me dire quanto siete cacasotto, (vari gli inviti rivolti ai vostri ridicoli ultra’a venire alla stazione, ma come sempre preferite prendervela con chi nn si puo’ difendere o con i tifosi normali), so soltanto che se nn c’erano gli steward (poveracci)e se l’impalcatura andava giu’del tutto da oggi sul mercato si trovavano anche le confetture di marmellata bianconera.
    Una lezione di meentalita’e stile…
    Coniglio bianconero a Napoli mai pervenuto o comunque sempre
    ZITTO E MUTO!!
    Onore ai nostri tifosi anche nn ultras sempre presenti e rumorosi OVUNQUE!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: