Archive for marzo 2012

Le temutissime pagelle di…

lunedì, 26 marzo, 2012

Juventus – Inter

Buffon 8: nel primo tempo salva il risultato con 3 grandissimi interventi, poi nel secondo si gode la partita da spettatore

Caceres 7,5: nel primo tempo si limita a controllare una scatenato obi. Nel secondo Conte inserisce Bonucci e lui è libero di sganciarsi e a quel punto diventa devastante. Segna il gol che sblocca la partita. Corsa, nervi saldi e tanto cuore. Bravo Martin!

De Ceglie 6,5: dalla sua parte arriva Maicon e nel primo tempo fatica un po’ ma limita i danni. Nella ripresa è lui che attacca e allora Maicon va in tilt

Chiellini 7,5: gladiatore indomito, sbroglia qualche situazione scabrosa nel primo tempo. Poi si inventa attaccante e si incunea nella difesa interista palla al piede servendo poi un assist d’oro a Quagliarella. Maicon sta bevendo il mojito vicino al palo e si immola salvando così il gol del 3-0. Bello anche un suo colpo di testa sventato in angolo da Julio Cesar

Barzagli 6,5: è al rientro ma torna a comandare il reparto con grande personalità. C’è da soffrire contro una squadra ferita nell’orgoglio ma alla fine ne esce vincitore

Pirlo 6,5: Poli gli si attacca come una cozza, lui fatica un po’ ma con l’esperienza e col mestiere che non gli fanno certo difetto alla distanza prende in mano le redini della partita e guida la squadra verso una meritatissima vittoria

Vidal 7,5: un incubo per chiunque abbia intenzione di impostare il gioco, aggredisce tutti e poi una volta recuperata palla è lucido nel far ripartire l’azione. Grandissima imbucata per il Capitano che chiude la partita

Marchisio 7: il Principino quando vede l’Inter si esalta e anche stavolta offre una grande prestazione. Ci prova con una gran botta da fuori ma Julio Cesar dice di no…peccato

Pepe 6: nel primo tempo c’è da soffrire, poi esce per un cambio tattico, non certo per suoi demeriti

Vucinic 6: un po’ in ombra rispetto alle ultime uscite. Tenta grandi giocate ma con scarsi risultati. Si divora un gol praticamente fatto su assist illuminante del Capitano

Matri 6: lotta e gli capitano due palle gol, la prima la manda sul secondo anello e la seconda viene salvata da una gran parata di Julio Cesar

Del Piero 8: anche a 37 anni suonati la classe non è acqua e prima mette Vucinic solo soletto davanti al portiere, poi quando solo davanti al portiere si trova lui non sbaglia e chiude la partita. Grande Capitano, non finirò mai di ringraziarti per tutte le gioie che mi hai dato e continui a darmi!!!!

Bonucci 6: entra per passare alla difesa a 3 ma ormai l’inter è alla frutta e per lui il lavoro si limita all’ordinaria amministrazione

Quagliarella 6: emtra al posto di un Vucinic appannato e Chiellini in versione Iniesta lo mette davanti alla porta vuota ma lui colpisce Maicon che passava di li col bicchiere in mano

Conte 7,5: vince la partita passando alla difesa a3 e liberando Caceres e De Ceglie sulle fasce. In più da fiducia ad un Del Piero non più scattante come un tempo con tanta classe da fare invidia alla stragrande maggioranza dei 22 in campo. Avanti così, bisogna vincerle tutte e mettere addosso al Milan tanta pressione, prima o poi loro lasceranno punti e noi dobbiamo essere li pronti ad approfittare dell’occasione

 

Le temutissime pagelle di…

mercoledì, 21 marzo, 2012

Juventus – Milan

Storari 6: non esce su un traversone dalla trequarti e Mesbah segna il gol del pari. Per il resto il Milan tiene il predominio territoriale ma non punge più di tantoe  lui si disimpegna bene su Ibra nel primo tempo e con un paio di interventi abbastanza facili nel resto della partita

Lichsteiner 6: nel primo tempo spinge come un forsennato, poi si blocca dietro e cala di rendimento col passare dei minuti

De Ceglie 6,5: prestazione concreta senza sbavature e con buoni recuperi in fase difensiva. Quando può prova anche e farsi vedere in fase offensiva

Bonucci 6: abbastanza bene su Ibra, poi soffre parecchio la mobilità di Maxi Lopez

Chiellini 6,5: butta il cuore oltre l’ostacolo. Nel primo tempo fa sentire fisicamente la sua presenza a Ibra poi cerca di tappare le falle che si aprono di tanto in tanto nel secondo tempo

Pirlo 7,5: è il centro gravitazionale della Juve. Tutto gira intorno a lui e tutti i palloni passano dai suoi piedi. E’ uno spettacolo vederlo giocare e la naturalezza con cui attrae su di se gli avversari per poi liberarsi del pallone facendo sembrare facili giocate che in effetti non lo sono

Vidal 7: il guerriero cileno probabilmente ha una dotazione extra di polmoni, corre per 120 minuti senza mai fermarsi. Non va a pressare alto come è solito fare ma appena il pallone entra nella nostra metà campo lui è pronto a fronteggiare il portatore di palla. Grandissimo!

Giaccherini 6,5: corre molto, recupere molti palloni e poi quando viene spostato sulla fascia si propone spesso per le ripartenze. Si divora un gol ad inizio supplementari perchè ha la presunzione di saltare il portiere quando invece avrebbe dovuto appoggiarla nell’angolino di piatto

Pepe 6,5: con Lichsteiner forma una coppia insuperabile sulla fascia destra. Esce probabilmente stanco seguito di pochi minuto dal compagno di corsia

Del Piero 6,5: finalmente segna nel SUO stadio, mi piange il cuore doverlo dire ma si vede che ormai la sua carriera volge al termine. Nonostante questo la classe rimane cristallina e mette a segno un gran gol che ci porta in vantaggio. Oltre alla classe anche carattere e personalità non gli faranno mai difetto. Esce tra gli applausi convinti di 40.000 persone che l’hanno amato e lo terranno sempre nel cuore come il più grande giocatore che ha segnato gli ultimi 20 anni di storia bianconera.

Vucinic 9: un vero fenomeno, ogni volta che riceve la palla regala giocate imprevedibili e tecnicamente di livello superiore. Antonini viene saltato regolarmente ed ogni volta in modo diverso e penso che se lo ritroverà nei suoi incubi notturni ancora per molto tempo. E’ in un momento di forma strepitosa e quando è così non ce n’è per nessuno. Ci regala la qualificazione con un gol da manuale del calcio. Speriamo che questo momento duri fino a fine stagione e se sarà così le possibilità vincere il campionato e la coppa Italia saranno tantissime

Marchisio 6,5: entra al posto di Pepe e si piazza nella sua posizione preferita facendo andare Giaccherini sulla destra e subito il centrocampo riprende il controllo della situazione. E’ fondamentale per il nostro gioco e quando si ritrova con Vidal e Pirlo per gli avversari diventa veramente difficile prendere in mano le redini del gioco

Borriello 4: se è vero che Del Piero non è più quello di una volta per Borriello non saprei dire che cosa non è più…vedo solo che è lento, non vince un contrasto aereo nemmeno a pagare il suo avversario. Fa sempre fallo e in quasi 60 minuti di gioco riesce a tenere su palla per far risalire la squadra solo un paio di volte e la seconda a meno di 5 minuti dal termine. Cerca sempre il contatto con l’avversario e poi chiede il fallo (che spesso invece commette lui), di giocare a calcio proprio non se ne parla e quando ha la palla buona pensa bene di tirare in porta quando ormai Amelia ha chiuso lo specchio invece di passarla in mezzo a Vidal che si è fatto 50 metri di corsa per farsi trovare libero in mezzo all’area. Avrei ancora molte cose da scrivere su questo pseudo calciatore/fotomodello ma credo di avergli dedicato molto più spazio di quanto meriti

Caceres 6,5: entra al posto di Lichstainer e ci mette tutta la grinta e la cattiveria agonistica che servono in una partita così complicata. Buone diagonali e buone chiusure sulla fascia. Dominica c’è l’Inter e lui è pronto

Conte 7: il milan vuole fare il triplete e la partita è difficile. Mette in campo Del Piero che lo ricambia con il gol dell’1-0. Nella ripresa c’è molto da soffrire perchè senza Ibra il Milan è costretto a giocare a calcio con 11 giocatori e ne raccoglie i frutti finendo in vantaggio il tempo regolamentare per 2-1. Nei supplementari però in campo c’è solo una squadra che nell’arco dei 210 minuti ha strameritsto il passaggio del turno dimostrando di essere nel complesso superiore al Milan come superiore al Milan è stata anche negli scontri diretti in campionato. Speriamo di essere davanti al Milan alla fine del campionato stesso

 

Le temutissime pagelle di…

lunedì, 19 marzo, 2012

Fiorentina – Juventus

Buffon 6,5: se non fosse per il gran tiro di Lazzari sarebbe stato uno spettatore non pagante

Lichsteiner 7: non fa mai mancare il suo apporto sulla fascia, sembra in ripresa rispetto alle ultime prestazioni

De Ceglie 6,5: dalla sua parte pascola Cerci che non la vede mai e  pensa bene di prendere a pedate il suo marcatore…per lui diventa tutto molto più facile

Bonucci 7: ottima partita senza distrazioni, ma sinceramente aveva di fronte Amauri…quindi il compito era facile

Caceres 6,5: un paio di passaggi facili sbagliati nel primo tempo, sul primo risolve Bonucci, sul secondo ci pensano direttamente i viola a ridarci la palla. Per il resto è sempre sicuro e dinamico

Pirlo 7,5: quando i suoi compagni di reparto si muovono e si fanno trovare liberi per lui è un divertimento per noi che li guardiamo è una melodia bellissima quella che riesce sempre a creare

Vidal 7: recupera decine di palloni e tarpa subito le ali ai costruttori di gioco viola con un paio di recuperi miracolosi. Trova il gol del 2-0 e continua a dominare il centrocampo schiacciando gli aversari sotto la sua dirompente superiorità

Marchisio 7: il principino ha finalmente ritrovato la via del gol dopo un periodo di forma non eccezionale ed anche un po’ di sfortuna. Il gioco della Juve fa molto affidamento sugli inserimenti dei centrocampisti e bisogna che tutti siano a posto fisicamente. Dimostrazione è che 4 gol su 5 arrivano proprio dai centrocampisti  

Pepe 7: anche se non riesce a trovare il guizzo giusto è sempre presente e con Lichsteiner esegue dei duetti che fanno impazzire Pasqual. Sta tornando nelle migliori condizioni di forma e si vede sempre più spesso la sua presenza

Vucinic 9: un gol, un palo, due assist e tante giocate da spellarsi le dita. Questo è il Mirko che tutti aspettavamo ed il giocatore che può fare la differenza. Speriamo che riesca a trovare un buona continuità su questi livelli

Matri 6: il tap in dopo il palo di Vucinic è tuttaltro che facile anche se non impossibile. Per il resto si muove molto ma non riesce mai a trovare il varco giusto. Sembra che la panchina per far posto a Borriello lo abbia un po’ frenato…speriamo che ritrovi presto la via del gol

Padoin 7: più che altro un premio per il suo primo gol in bianconero. Entra quando la partita ormai non ha più niente da dire

Quagliarella 6: entra al posto di Matri…non ha fatto molto ma la Juve ormai pensava solo a tenere palla fino al 90′ senza sparare sulla croce rossa…io non sono daccordo…ma va bene anche così

Borriello 6: vedi sopra

Conte 7: il suo lavoro paga sempre in termini di gioco e se finalmente i ragazzi cominciano a buttarla dentro con continuità di partite con questo risultato ne vedremo parecchie

 

 

Le temutissime pagelle di…

domenica, 11 marzo, 2012

Genoa – Juventus

2 pali, 1 traversa, un gol regolare annullato, 2 rigori negati e almeno 10 palle gol clamorose. Di contro un Milan che segna al primo tiro in porta.

La differenza è tutta qui.

Io sono contento di come ha giocato e sta giocando la squadra, adesso guardando la tv vedo che fanno vedere e rivedere Pirlo che prende prima il pallone e e poi Rossi e dicono che era rigore, nessuna menzione per il gol annullato, per il rigore su Matri e per il fallo di mano in area nel primo tempo. Vincerà il Milan, noi di questo passo rischiamo di non arrivare nemmeno secondi, ma voglio fare un grosso applauso alla squadra e al mister che comunque danno tutto fino al 90′. Forse vincere lo scudetto quest’anno sarebbe stato uno smacco troppo grosso per il calcio italiano, con un Inter che è tornata alla normalità, con un Milan che è poco più di una squadra mediocre…con la squadra che ha fatto almeno il doppio dei tiri in porta della capolista che ha avuto solo un rigore a favore, almeno 3 gol regolari annullati e viaggia alla media di un rigore negato a partita. Ma si sa…la Juve sa solo rubare. Oggi io ho visto una grande Juve. Ha pareggiato e sono molto deluso del risultato ma sono contento perchè il gioco è il migliore di tutto il campionatoe di certo la fortuna non è dalla nostra parte. Adesso i voti per quello che possono servire.

Buffon 7,5

Lichsteiner 6

De Ceglie 6.5

Caceres 6,5

Vidal 7

Pirlo 7

Marchisio 6.5

Giaccherini 6,5

Pepe 7

Vucinic 8

Matri 6

Elia 2

Del Piero 6

Borriello s.v.

Le temutissime pagelle di…

giovedì, 8 marzo, 2012

Bologna – Juventus

Buffon 6: ma anche un s.v. ci stava bene…non mi ricordo tiri nello specchio oltre al gol.

Lichsteiner 5,5: ha dato molto nella prima parte della stagione e adesso sta tirando un po’ il fiato. Si registra il primo errore in fase difensiva…è lui che tiene in gioco Di Vaio 

De Ceglie 5,5: ha grandi doti fisiche ma non riesce a sfruttarle. Spinge poco nel primo tempo, mentre nel secondo cresce come tutta la Juve. Poca personalità e mezzi tecnici limitati

Caceres 7: è bravo a fermare i velocissimi Di Vaio e Ramirez. Il primo lo infila solo una volta…purtroppe è più che sufficiente ma nel complesso direi che la sua partita è più che buona

Bonucci 6,5: finalmente un prova convincente, nessuna distrazione e chiusure puntuali. L’espulsione era quasi obbligatoria anche se forse Caceres sarebbe riuscito a recuperare…nel dubbio a 5 minuti dalla fine ha fatto la cosa giusta

Pirlo 6,5: manda in gol Vucinic e come al solito gioca centinaia di palloni sbagliando pochissimo

Vidal 6,5: sembra che la forma migliore stia tornando…speriamo bene. Tira in porta con Pepe solissimo sulla destra. Quelli del Bologna corrono più dei nostri; spesso arriva in ritardo ed è costretto al fallo ma c’è sempre. Chiude la partita da difensore centrale

Marchisio 6: cerca di farsi vedere anche in zona tiro, ma non è fortunato. Fisicamente il Bologna sta meglio e i nostri centrocampisti soffrono ma alla distanza vengono fuori e alla fine si sarebbe anche potuto vincere una partita che nel primo tempo si era messa male

Pepe 7: sembra quello di qualche mese fa. Sempre attivo sulla fascia e pronto a farsi trovare libero dai compagni….peccato che spesso lo ignorano

Vucinic 6,5: evanescente e lezioso fino al gol del pareggio, poi si scatena ma viene sostituito. Mirko è così e lo sapevamo. A me piace anche così a patto che finalmente abbia smesso di litigare con il gol e si sia definitivamente sbloccato. I suoi gol ci potrebbero riportare lassù dove siamo stati fino a poco tempo fa senza che nessuno ci torni davanti

Borriello 6: si è battuto, ha sgomitato, ha provato a duettare con i compagni ma ha sbagliato un gol praticamente fatto…mi è piaciuto più del solito, ma non penso che possa mai essere lui quello che fa la differenza. A costo di ripetermi secondo me non ha niente in più di tutti gli altri attaccanti a nostra disposizione

Quagliarella 5: praticamente non tocca palla

Padoin 6: entra per dare una mano al centrocampo. Forse serviva qualcuno che desse una mano agli attaccanti

Conte 6: la squadra nella ripresa gioca bene e si batte cercando i tre punti anche dopo che è rimasta in 10. Non riesco a dargli particolari colpe per la partita di ieri, anzi bravo a saper spronare i ragazzi che nella ripresa hanno messo in campo tutto quello che avevano. Di fronte c’era un bel Bologna e il pareggio ci può anche stare. Con i tutti sti pareggi però non riusciremo a vincere il campionato, bisogna trovare il modo per concretizzare meglio le molte occasioni che sappiamo creare