Posts Tagged ‘Firenze’

Biglietti Juventus-Fiorentina

martedì, 20 gennaio, 2009

Juve-FiroentinaSabato 24 gennaio inizia il girone di ritorno. Dopo aver chiuso l’andata a soli 3 punti dall’inter, la Juventus sarà impegnata nella difficile partita casalinga contro gli storici nemici viola, reduci da due sconfitte consecutive.
Come per ogni partita, lo Juventus Club Meda organizza un pullman per seguire i ragazzi: si parte alle 16.30 dalla nostra sede, si arriva allo stadio verso le 19.15, si guarda la partita, si parte verso le 22.40 e per la 1.00 siamo di nuovo al Club. C’è la possibilità di salire sul pullman lungo la Milano-Meda, o al casello della Milano-Torino. Il costo del solo viaggio in pullman è di 16,00 Euro.
Abbiamo a disposizione qualche biglietto di Curva Nord: in questo caso il prezzo di pullman e biglietto indivisibile è di 50,00 Euro. Per prenotarsi è obbligatorio venire questa sera alla riunione dopo le 21,00: i soci hanno la precedenza, per gli altri chi prima arriva verrà accontentato.
I tifosi ospiti possono acquistare il biglietto al prezzo di 25,00 Euro presso tutte le ricevitorie Listicket abilitate. Un solo biglietto a testa e non è permesso il cambio utilizzatore. Ultimamente a Torino i tifosi viola sono sempre stati pochi, speriamo di vedere il settore ospiti pieno, dato che non hanno vietato la trasferta.

Annunci

L’incontro con Stefano Borgonovo

mercoledì, 26 novembre, 2008

Io e Stefano BorgonovoSe premiare Alessandro Del Piero come miglior giocatore del mese di ottobre davanti a 20000 persone al centro del campo dello Stadio Olimpico è stata un’emozione unica e indescrivibile, incontrare Stefano Borgonovo e regalargli la sciarpa del mio club è stato un gesto che mi ha reso profondamento orgoglioso e felice.
Io che ho abitato a Giussano per 7 anni, ci ho passato la mia infanzia, con mio nonno che mi indicava dove era cresciuto Stefano, un giocatore di serie A che avevo visto solamente nell’album delle figurine Panini. Ed era di Giussano come me. Un idolo. Non l’ho mai incontrato, tranne una volta a una partita di calcio per beneficenza, lui giocava insieme ad altri calciatori tra cui Gianluca Zambrotta, l’unico che mi ricordo.
Sapevo che non stava molto bene ultimamente, ma sono rimasto sotto shock a settembre quando per la prima volta è apparso in televisione, su Sky. Ho subito provato il desiderio di poter fare qualcosa per lui, ne ho discusso con gli altri al club, e fino a pochi giorni fa eravamo alla ricerca di un modo per contattare Stefano. Pur essendo a 10 km di distanza, non è stato facile. Non sapevamo a chi rivolgerci. Così quando lunedì scorso, mentre andavo a Giussano a giocare a tennis, ho visto dei manifesti che pubblicizzavano l’evento del 23 novembre al campo del Vis Nova (proprio di fianco ai campi da tennis) non mi sono lasciato sfuggire l’occasione. Martedì ho parlato con gli altri membri del club e, dato il poco tempo che avevamo a disposizione, abbiamo deciso di donare l’incasso di una delle ultime lotterie che ogni volta che andiamo a Torino per vedere la Juve facciamo sul pullman.
Stefano, Alessandra e IoCosì domenica pomeriggio sono andato da Stefano, con una busta (contenente una lettera e i commenti dei lettori del Blog a un post precedente su Stefano) e la nostra sciarpa. Ho chiesto agli organizzatori di poter entrare in campo per dare la sciarpa a Stefano e loro, gentilissimi, me l’hanno permesso. Non sapevo come rivolgermi a lui, e mi è venuta in soccorso sua figlia Alessandra, con la quale mi sarebbe piaciuto parlare più a lungo. A Stefano ho spiegato chi ero, chi rappresentavo e gli ho lasciato la sciarpa sulle gambe. Lui sorrideva, era contento. Abbiamo fatto una foto insieme, che per me ha lo stesso valore di quella con Del Piero. Stefano ha tenuto la sciarpa per tutto il resto della manifestazione, come potete vedere dal video pubblicato qualche giorno fa. FORZA STEFANO…NON MOLLARE!

Scarica la lettera che ho scritto per Stefano: Lettera per Stefano

Per tutti quelli che vogliono contribuire a far nascere la Fondazione Stefano Borgonovo, gli aiuti vanno inviati a:
Comitato per la costituzione della Fondazione Stefano Borgonovo
presso la
Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza – Alzate Brianza – Società Cooperativa – Filiale di Erba

Coordinate bancarie internazionali
IBAN: IT 41 G 08329 51270 000000201518

Altre foto della manifestazione IL BORGO PER IL “BORGO”:

Juventus Club Meda da Stefano Borgonovo

lunedì, 24 novembre, 2008

Ieri sono stato da Stefano Borgonovo a Giussano, e gli ho consegnato la sciarpa del nostro club. Sto scrivendo un articolo per raccontare il breve incontro, nell’attesa guardate questo video, che testimonia come Stefano abbia tenuto la nostra sciarpa fino alla fine della manifestazione. FORZA STEFANO!

Stefano Borgonovo a Giussano

venerdì, 21 novembre, 2008

Borgonovo a GiussanoGiussano celebra il suo campione Stefano Borgonovo. Domenica 23 Novembre 2008, presso il campo della Vis Nova (a fianco del tennis Giussano, e della piscina comunale) ci sarà una raccolta di fondi per aiutare a fan nascere la Fondazione Stefano Borgonovo. A partire dalle ore 14.00, dopo Como, Firenze e Monza anche Giussano potrà contribuire ad aiutare i malati di SLA. L’ingresso è gratuito, sarà possibile effettuare un’offerta che verrà devoluta alla Fondazione Stefano Borgonovo.
In caso di maltempo, la manifestazione si terrà presso il Palatenda di Via Cavour a Giussano.
Interverranno: Scuola Calcio Extrasport, Scuola Calcio Inter, Squadra “Azzurri dello Spettacolo”. Opsiti d’eccezione: Franco Fasano, Simona Bencini, Nuovi Angeli, Eiffel 65, New Trolls, il Mago Alexander, Pusceddu, Marco Osio, Sandro Giacobbe, Alfredo Minutoli (Zelig) e ex colleghi di Stefano che si sfideranno in una partita con inizio alle ore 16.00.
Lo Juventus Club Meda sarà presenti con diversi membri e estende a tutti l’invito a partecipare a questa importante iniziativa, dato che la Juve gioca sabato sera, e domenica pomeriggio siete tutti liberi di venire a Giussano!

FORZA STEFANO

Borgonovo è uno di noi!

mercoledì, 8 ottobre, 2008

Stefano Borgonovo è un tifoso della Juventus! Per chi non ha potuto vedere Sky pochi minuti fa, ecco due video registrati dalla tv (scusate per la qualità e l’audio, ma non è importante) all’ingresso di Stefano allo Stadio Franchi e sotto la Curva Fiesole. Infine un’intervista a Roberto Baggio.

A Firenze per amore

giovedì, 4 settembre, 2008

Come per tutte le trasferte, anche domenica il Club era presente con alcuni soci: Romeo, MARTA, Paolo, Berna, Fulvio, Stefania, Caciucco, il sottoscritto e altri. Era una trasferta da bollino rosso, infatti solo 4 giorni prima della partita l’Osservatorio del Viminale ha dato l’ok, ma già dalla partenza si capiva che sarebbe stato tutto tranquillo.

La partenza era fissata per le 12.30 ma fra saluti vari e recuperi di persone nell’hinterland milanese il pullman ha imboccato l’autostrada alle 13.30; il problema più grande era resistere al caldo. Ma tutto è filato liscio tra soste all’autogrill ed abbandono di persone nelle aree di servizio.

Appena siamo giunti al casello siamo stati subito fermati per i controlli di rito e poi scortati immediatamente allo stadio. Firenze sembrava una città fantasma, non c’era nessuno per le strade, solo gente che scaricava l’auto di ritorno dalle vacanze. Nei pressi dello stadio abbiamo incrociato i tifosi viola che con “signorilità” ci salutavano, soprattutto le donne. Minuziosi sono stati i controlli all’entrata, con poca coerenza però, e dopo una coda di circa mezzora tutti i soci erano nel settore ed abbiamo subito appeso i nostri stendardi.

Pian pianino, per via dei controlli, il settore si riempiva fino ad essere gremito. L’attesa della partita era fatta da sfottò nei confronti dei tifosi viola. Da quando è iniziata la partita invece tutte le nostre energie sono state usate per dare un supporto alla squadra, eravamo quasi riusciti a far sentire i giocatori a casa, nonostante il settore fosse diviso in due e quindi risultava difficile coordinare il tifo a distanza.

L’attesa per l’uscita è stata tutto sommato breve, nel giro di un’oretta eravamo già sul pullman pronti per il ritorno. Esausti per il caldo preso all’andata ed allo stadio, durante il viaggio tutti i componenti del pullman dormivano. Alle 4.30 di mattina, tutti erano a casa pronti a riposarsi due ore prima di andare a lavorare, ma per l’amore di una squadra si fa questo ed altro.

Ci siamo!

sabato, 30 agosto, 2008

Finalmente riparte il campionato! Insieme ai viola, noi tifosi juventini aspetteremo più a lungo prima di vedere i nostri beniamini scendere sul campo di gioco: Fiorentina-Juventus è il posticipo di domenica sera. Pullman esaurito, così come i biglietti del settore ospiti, finalmente disponibili su tutto il territorio nazionale e acquistarli non è stato un problema. Sarà una bella partita, stesso stato di forma delle 2 squadre, qualche assenza pesante nella Juve e nella Fiorentina. Lo Stadio Artemio Franchi di Firenze contiene circa 48.000 spettatori. Ad oggi sono stati venduti oltre 13.000 biglietti, a cui vanno aggiunti 25.000 abbonati. Fu inaugurato nel 1931, e dal 1991 porta il nome di un ex dirigente FICG e viola, Artemio Franchi. Come si raggiunge la terra del nemico? Per chi percorre l’autostrada A1 Milano-Napoli, uscire all’uscita Firenze Sud. Percorrere l’intero viadotto di Varlungo Marco Polo, quindi seguire le indicazioni “STADIO” presenti agli incroci. Distanza dall’uscita dell’autostrada: 4.6 km. Per chi arriva in treno, la stazione più vicina è Firenze Campo di Marte, circa 400 metri dallo stadio, raggiungibile percorrendo Largo Gennarelli. Potete consultare la mappa su GOOGLE MAPS.

Per quanto riguarda gli ultras della Fiorentina, il loro gruppo principale è il Collettivo Autonomo Viola, fondato nel 1978. Si posizionano in Curva Fiesole, opposta al Settore Ospiti. Molti di loro indosseranno una T-Shirt con stampata la girata volante di Osvaldo, che ha permesso di espugnare l’Olimpico di Torino dopo parecchi anni di insuccessi nello scorso campionato.

Intanto ieri lo Zenit San Pietroburgo si è aggiudicato a sorpresa la Supercoppa Europea battendo il Manchester United per 2 a 1. Questi russi non vanno assolutamente sottovalutati, sarà un girone di Champions League difficile, ma affascinante. E soprattutto alla nostra portata.