Posts Tagged ‘Poulsen’

Juve: così non mi piaci

domenica, 28 settembre, 2008

Con tutte quelle occasioni da gol create mercoledì, mi è difficile capire perchè in 90 minuti abbiamo preso solo un palo (esterno). La Sampdoria non ha fatto molto di più, anzi, ma questa è stata una delle partite più noiose che ricordo. Difficile trovare il migliore in campo, in entrambe le squadre. Tutti hanno commesso errori grossolani, hanno sbagliato semplici passaggi, banali appoggi…no, così non va bene. In tutta la partita avrò contato 4 cross: uno dopo che la palla era già uscita, uno in curva, e gli altri 2 buoni. A me ieri la Juve non è proprio piaciuta. Non ho visto un gioco, non ho visto idee, niente. Io di ieri non salvo niente. Solo Alex ha provato qualcosa, ma purtroppo tutta la squadra non ha girato. E anche l’allenatore non raggiunge la sufficienza sicuramente, in quanto mi deve spiegare perchè non ha utilizzato 3 cambi, e cosa fa Giovinco in panchina: vuole forse farlo giocare in Champions League? Vedremo, ma un ragazzo di 21 anni non ha bisogno di una settimana di riposo prima di giocare un’altra partita. Un altro che non mi è piaciuto oggi è Poulsen: la Gazzetta diceva di schierarlo al fantacalcio, perchè era in forma; per me, è stato il peggiore in campo, seguito purtroppo da Molinaro. Torniamo da Genova con un pareggio giustissimo, nessuno meritava di vincere, anche perchè le due squadre non hanno mai cercato di vincere. E questo non va bene. Aspetto subito una reazione in Champions League: mi raccomando, la regola numero uno è non sottovalutare l’avversario!

P.S. Mourinho ha rotto le “scatole”

Annunci

Amaurinho!

lunedì, 15 settembre, 2008

Un’altra ottima prestazione e prima vittoria in campionato. Partita dominata dai ragazzi di Ranieri, ci si aspettava di più dall’Udinese e in particolare da Di Natale. Rientra Chiellini, mentre parte titolare De Ceglie, preferito a Molinaro.
Nel primo tempo la Juve ha colpito un palo con Amauri su splendido cross di Camoranesi, dopo che Iaquinta metteva paura alla difesa friulana con un destro su sponda di Amauri. Camoranesi molto ispirato sulla destra, sforna cross per Iaquinta e Amauri, ma la palla non entra. Buffon tocca il primo pallone al 45° minuto, su un debole colpo di testa di Quagliarella.
Nella ripresa la Juve sfiora il vantaggio con un destro da 26 metri di Poulsen, che si stampa sulla traversa. Il gol è nell’aria, azione iniziata da Camoranesi, percussione centrale di Sissoko, la palla giunge ad Amauri che con un colpo di biliardo infila Handanovic all’angolino e corre sotto la curva Sud a esultare. A questo punto la stanchezza si fa sentire, l’Udinese accenna una reazione, e Floro Flores ha l’occasione per pareggiare ma si lascia cadere in area cercando il rigore invece di calciare verso Buffon. Entrano nel finale Trezeguet e Del Piero, che probabilmente partiranno titolari nella gara di mercoledì contro lo Zenit.
Questa Juve ha quantità e qualità. E si vede!

Un consiglio: come dicevo qualche settimana fa, evitate di prendere Aeroflot per andare a San Pietroburgo: purtroppo ieri è precipitato l’ennesimo aereo.

L’Italia: 2 a 0 grazie a De Rossi

giovedì, 11 settembre, 2008

L’Italia di Lippi esce vittoriosa dall’incontro di qualificazione per i mondiali del 2010 contro la Georgia, grazie ad una doppietta di De Rossi. Gli azzurri offrono un calcio migliore rispetto a quello fatto vedere contro Cipro (ci voleva anche poco), ma nel secondo tempo la fatica si è fatta sentire. L’Italia parte subito forte con Di Natale che fa gli onori di casa (si giocava ad Udine) e sfiora subito il gol su assist di Toni; poi al 17° eurogol di De Rossi che da trenta metri fa partire un missile che s’infila all’incrocio.

A questo punto la nazionale azzurra controlla la partita ed abbassa i ritmi. Nel secondo tempo Lippi mette in campo tutti i bianconeri convocati, Buffon-Legrottaglie-Camoranesi titolari mentre Del Piero-Iaquinta sono entrati  nella ripresa. Il gioco si trascina fino al 45° quando Del Piero mette in condizione De Rossi di siglare il 2 a 0.

La nazionale effettuerà la prossima partita di qualificazione sabato 11 ottobre a Lecce contro il Montenegro.

Tra gli altri bianconeri impegnati con le proprie nazionali si è distinto Poulsen autore di un gol nell’incredibile partita Portogallo-Danimarca, finita con la vittoria danese per 3 reti a 2, segnando 2 gol in rimonta negli ultimi 2 minuti.

Pronti per l’Europa!

giovedì, 7 agosto, 2008

Come previsto, mercoledì prossimo a Torino arriverà l’Artmedia Bratislava, che ha battuto per 4 reti a 2 i finlandesi del Tampere, nel ritorno del secondo turno preliminare di Champions League. Un avversario decisamente alla nostra portata, ma non va sottovalutato. Non avranno niente da perdere…e daranno il massimo: qualche anno fa hanno battuto i Celtic di Glasgow 5 a 0 (al ritorno han perso 4 a 0, passando il turno). 15,00 Euro per assistere al preliminare è una cifra onesta, i tifosi apprezzano.
La Juventus ieri sera ha giocato l’ultima amichevole inglese contro i Campioni d’Europa del Manchester United. Una Juve rocciosa, con i mediani Poulsen e Sissoko che aiutavano la difesa, impossibile passare. Infatti non si sono registrate parate di Buffon (che indossava la maglia nera). Volevo sottolineare che oltre al portiere più forte del mondo, abbiamo in squadra il difensore italiano più forte del mondo: Giorgio Chiellini. Ed è giovane! Negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale, ormai è un punto fisso della Nazionale, e per i prossimi 3 mondiali sarà titolare nell’Italia e nella Juventus. Che bella soddisfazione! Come quella che deve aver provato Fausto Rossi…già…17 anni…a correre sul prato dell’Old Trafford di Manchester…la domanda che vorrei fargli non è banale: caro Fausto, ma ti rendi conto di dove eri ieri sera? Ottima la prova di Del Piero, che mi sembra uno dei giocatori più in forma.
Spero che il Capo e Fulvio siano riusciti a trovare i biglietti e a entrare nello stadio, ma non credo ci fosse il nostro striscione poichè il telecronista Rai (pessimo come al solito) ha sottolineato il fatto che “lo stadio è fantastico, senza uno striscione”. Già, 76.000 spettatori per un’amichevole sono tantini…ma io preferisco i 25.000 dell’Olimpico, colorato con tutti gli striscioni!

Per finire, da oggi presso tutte le filiali Banca Intesa Sanpaolo sono in vendita i biglietti per il Trofeo Luigi Berlusconi a Milano contro il Milan, domenica 17 Agosto ore 20.45. Anche se con 11 euro puoi acquistare il secondo anello, consiglio ai tifosi juventini di acquistare il terzo anello verde, ovvero il settore ospiti…altrimenti ti obbligano a sottoscrivere la carta Cuore Rossonero, valida per 10 anni!!
A San Siro…giochiamo in casa!

Borussia Dortmund – Juventus 1-3

lunedì, 28 luglio, 2008

Da mercoledì sera aspettavo questa partita con un unico obiettivo: vedere il colore della maglia di Gigi Buffon. Appena ho intravisto il viola in campo c’è stato un mancamento, ma per fortuna mi sbagliavo…era il portiere del Borussia a indossare quella maglia mentre il nostro Gigi sfoggiava una bellissima maglia nera!
Anche ieri c’è stato un nubifragio a Dortmund…era la squadra di Ranieri! Inutile dilungarsi sulla cronaca della partita che potete trovare su qualsiasi sito sportivo o sui quotidiani, vorrei sottolineare solo alcuni aspetti.
Per la Juve hanno segnato come a Copenaghen Amauri e Iaquinta, quest’ultimo autore di una doppietta. Ma la giocata più bella della partita è stata senza dubbio l’assist di Cristian Poulsen all’attaccante bianconero: un lancio perfetto di 50 metri sul piede di Iaquinta che trova il 3-0 con un pallonetto precisissimo. Era il suo esordio con la maglia juventina, il ragazzo promette molto bene! Ottimo esordio anche per il difensore croato Dario Knezevic, che rientrava da un infortunio subìto durante gli Europei 2008.
Il Borussia è più avanti nella preparazione, ma non ha mai impensierito la porta bianconera, segnando, come accaduto a Copenaghen, solo su rigore nel finale.
Una vittoria davvero convincente in tutti i reparti del campo, con un’ottima prestazione di Legrottaglie in difesa, Salihamidzic e dell’attacco bianconero.
La Juventus tornerà in campo martedì sera allo stadio Olimpico di Torino per il Trofeo TIM contro Milan e Inter. Si inizierà subito alle 20.30 contro i rossoneri privi di Ronaldinho e la squadra perdente giocherà la partita successiva contro i neroazzurri di Mourinho. Biglietti in vendita presso tutte le ricevitorie Lottomatica.

Christian Bager Poulsen

lunedì, 21 luglio, 2008

Si è parlato molto di Christian per la presunta fama di gran provocatore in campo, ma non si è parlato delle sue doti tecniche e della sua carriera. Classe 1980, Poulsen è un calciatore della nazionale danese, arriva alla Juventus dopo esser cresciuto nella squadra della sua città, l’Asnæs Boldklub, dove ha debuttato a soli 17 anni. Nel 2000 viene acquistato dal Fc Copenaghen, una delle migliori squadre danesi, e l’anno successivo viene eletto giocatore dell’anno della sua squadra. Si trasferisce allo Schalke 04, in Germania, dove gioca sia come difensore che come centrocampista difensivo, e le ottime prestazioni gli permettono di guadagnare il titolo di giocatore danese dell’anno nel 2005. In scadenza di contratto, seguito dal Milan, firma a sorpresa col Siviglia, contribuendo alla vittoria della Supercoppa Europea nel 2006 contro il Barcellona, annullando Ronaldinho e company. Diventa per il secondo anno consecutivo giocatore danese dell’anno, e col Siviglia vince una Coppa Uefa, la Coppa del Re e la Supercoppa di Spagna.

“Sono molto felice di entrare a far parte di un club così prestigioso – ha dichiarato il danese – La Juventus è una delle squadre più importanti del mondo e mi auguro di poter far bene. Sono un centrocampista difensivo ma sono anche in grado di giocare in posizione più avanzata. La mia speranza è riuscire a regalare una sorpresa al pubblico italiano, che mi considera un giocatore rude, mostrando di avere anche una buona tecnica. Avrò tempo per dimostrarlo e per dare un’altra immagine di me.”

Non vedo l’ora di vedere i tuoi tackles, le tue giocate al limite, la tua grinta che mi ricorda tanto Edgar Davids o l’ex capitano Antonio Conte. Benvenuto alla Juve, Guerriero!

Poulsen bidone? Aspettate a giudicare!

giovedì, 17 luglio, 2008

L’annuncio dell’arrivo in bianconero di Christian Poulsen ha gettato nello sconforto molti “tifosi” juventini; dai commenti ho captato un certo malumore, ed io per primo, non lo nego, mi aspettavo qualche nome più risonante tipo Xabi Alonso o Aquilani.

Ma facendo una riflessione più tecnica e meno da tifoso, sono arrivato alla conclusione che un giocatore dalle sue caratteristiche potrebbe essere quello che ci vuole per un attacco a tre punte. Non dimentichiamoci che abbiamo ben 4 attaccanti di livello mondiale e secondo me Ranieri ha in mente un tridente con Del Piero, Trezeguet ed uno tra Amauri e Iaquinta a seconda delle circostanze, con Giovinco pronto ad entrare per far tirare il fiato al capitano e Camoranesi che di volta in volta potrà sostituire uno dei due attaccanti laterali e buttare in mezzo palloni per Treze o Amauri o lo stesso Iaquinta.

Per fare una formazione di questo tipo ci vuole un centrocampo di sostanza, ed un terzetto composto da Zanetti, Sissoko e Poulsen di sostanza e concretezza ne darà molta. Non sarà facile per nessuno avere la meglio su un centrocampo così forte fisicamente e con buone doti tecniche. Una volta recuperato il pallone, i giocatori con qualità tecniche li davanti non mancano e per noi ci saranno sicuramente delle grosse soddisfazioni.

Ho fiducia in Ranieri e sono sicuro che non ci deluderà! Forza ragazzi, tifiamo e applaudiamo tutti i nostri giocatori, non c’è niente di meglio che sentire la fiducia addosso per dare il massimo in campo. Poulsen è un lottatore e a me personalmente i lottatori piacciono molto e spesso sono molto più utili dei giocatori molto tecnici ma senza personalità! Poulsen di personalità ne ha da vendere, benvenuto Christian! Presentazione oggi a Vinovo alle ore 14.00.