Posts Tagged ‘Stefano Borgonovo’

Il libro di Stefano Borgonovo – Attaccante nato

giovedì, 15 aprile, 2010

La SLA (sclerosi laterale amiotrofica) è “la Stronza”, come la chiama Stefano Borgonovo, la malattia subdola, di cui non si conoscono cause e cure, che paralizza gradualmente i muscoli. L’8 ottobre 2008, in occasione della partita amichevole Fiorentina-Milan organizzata per raccogliere fondi contro la SLA, Borgonovo ha commosso l’Italia scendendo in campo sulla speciale sedia a rotelle su cui è costretto, Oggi rivela la sua esperienza in un libro, dettato ad Alessandro Alciato attraverso un sintetizzatore vocale governato dal movimento delle pupille. Alla cronaca sconvolgente dell’insorgere dei primi sintomi e della quotidianità della malattia si alterna il racconto della carriera in serie A, ricco di aneddoti sui grandi protagonisti del calcio.
Il libro sarà presentato il 21 aprile, a Milano, alle 17, nella sala Dino Buzzati di via Balzan, per iniziativa della “Gazzetta dello Sport”. 200 pagine, 15,00 Euro

Borgonovo non mollare!!

martedì, 16 dicembre, 2008

Domenica allo stadio c’era una persona speciale, un’amico di Telethon che ha voluto essere con noi per darci la sua testimonianza. Stefano Borgonovo è sceso in campo, accompagnato da Trezeguet e da Kakà. La moglie Chantal ha letto il seguente messaggio, scritto da Stefano, a tutto lo stadio:

Non è facile scrivere un messaggio per descrivere una malattia tanto stronza come la Sla. Ho una bimba di 5 anni, Gaia. Per darmi un bacio, deve arrampicarsi e fare uno sforzo notevole per raggiungermi sul letto. Alla fine vince Gaia. Mia figlia ha raggiunto un importante obbiettivo: è quello che dobbiamo fare noi tutti insieme. Dobbiamo andare al punto. Essere diretti. In tutti questi anni sono stati bruciate quantità di danaro per cercare di associare in tutti i modi doping, calcio, Sla. Forse era un tentativo da fare ma io insisto a dire che si è perso troppo tempo, più per l’ interesse di voler mettere il calcio con le spalle al muro che per cercare veramente la cura. Quei soldi avrebbero piuttosto dovuto essere destinati subito alla ricerca e forse a quest’ ora saremmo più vicini all’ obbiettivo. Forse una bimba di 5 anni può insegnarci molto. Grazie a tutti!! Viva lo sport, viva il calcio!!

Juventus-Milan: tutto esaurito

sabato, 13 dicembre, 2008

Juventus-MilanSaranno 2 i pullman che domani ci porteranno all’Olimpico di Torino per il posticipo serale contro la squadra di Ancelotti. Grandissima richiesta di biglietti, putroppo non siamo riusciti a soddisfare tutte le richieste. Biglietti esauriti in ogni settore e introvabili. Avanza qualche posto sul pullman, se c’è qualcuno che vuole un passaggio per Torino ci contatti. I pullman partono alle ore 16.00 dal Bar Eden a Meda.
Abbiamo dato la precedenza ai nostri soci, ma i biglietti disponibili non erano comunque abbastanza. Anche il settore ospiti è esaurito, venduti tutti i biglietti in un paio di giorni: cosa molto prevedibile data la vicinanza di Milano e Torino, e dato le squadre che si incontrano.
Due importanti iniziative sono previste per domenica sera. All’Olimpico sarà presente un ospite d’eccezione: Stefano Borgonovo. L’ex giocatore di Milan e Fiorentina, affetto da Sla, farà infatti da testimonial per “La Giornata Telethon negli Stadi” che si consumerà su tutti i campi della Serie A tra sabato e domenica. Stefano assisterà alla sfida tra Juventus e Milan, scendendo in campo insieme alle due squadre prima del calcio d’inizio.
Lunedì 15 dicembre sarà il secondo anniversario della scomparsa di Alessio Ferramosca e Riccardo Neri. La Juventus ricorderà i due ragazzi prima della partita contro il Milan. Per l’occasione, all’interno dell’impianto, un gruppo di volontari dell’Associazione “Riccardo Neri e Alessio Ferramosca” distribuirà ai tifosi 22mila bandierine gold con la scritta Ale & Ricky.
Questa sfida non deciderà nulla. Non credete a chi vuole mettere pressione a vantaggio dell’Inter. Il campionato è lungo… Si incontrano due squadre che si trovano a pari merito al secondo posto in classifica. Sia da una parte che dall’altra ci saranno assenze pesanti, alle quali non si potrà attribuire alcuna colpa in caso di sconfitta.Vinca il migliore…

L’incontro con Stefano Borgonovo

mercoledì, 26 novembre, 2008

Io e Stefano BorgonovoSe premiare Alessandro Del Piero come miglior giocatore del mese di ottobre davanti a 20000 persone al centro del campo dello Stadio Olimpico è stata un’emozione unica e indescrivibile, incontrare Stefano Borgonovo e regalargli la sciarpa del mio club è stato un gesto che mi ha reso profondamento orgoglioso e felice.
Io che ho abitato a Giussano per 7 anni, ci ho passato la mia infanzia, con mio nonno che mi indicava dove era cresciuto Stefano, un giocatore di serie A che avevo visto solamente nell’album delle figurine Panini. Ed era di Giussano come me. Un idolo. Non l’ho mai incontrato, tranne una volta a una partita di calcio per beneficenza, lui giocava insieme ad altri calciatori tra cui Gianluca Zambrotta, l’unico che mi ricordo.
Sapevo che non stava molto bene ultimamente, ma sono rimasto sotto shock a settembre quando per la prima volta è apparso in televisione, su Sky. Ho subito provato il desiderio di poter fare qualcosa per lui, ne ho discusso con gli altri al club, e fino a pochi giorni fa eravamo alla ricerca di un modo per contattare Stefano. Pur essendo a 10 km di distanza, non è stato facile. Non sapevamo a chi rivolgerci. Così quando lunedì scorso, mentre andavo a Giussano a giocare a tennis, ho visto dei manifesti che pubblicizzavano l’evento del 23 novembre al campo del Vis Nova (proprio di fianco ai campi da tennis) non mi sono lasciato sfuggire l’occasione. Martedì ho parlato con gli altri membri del club e, dato il poco tempo che avevamo a disposizione, abbiamo deciso di donare l’incasso di una delle ultime lotterie che ogni volta che andiamo a Torino per vedere la Juve facciamo sul pullman.
Stefano, Alessandra e IoCosì domenica pomeriggio sono andato da Stefano, con una busta (contenente una lettera e i commenti dei lettori del Blog a un post precedente su Stefano) e la nostra sciarpa. Ho chiesto agli organizzatori di poter entrare in campo per dare la sciarpa a Stefano e loro, gentilissimi, me l’hanno permesso. Non sapevo come rivolgermi a lui, e mi è venuta in soccorso sua figlia Alessandra, con la quale mi sarebbe piaciuto parlare più a lungo. A Stefano ho spiegato chi ero, chi rappresentavo e gli ho lasciato la sciarpa sulle gambe. Lui sorrideva, era contento. Abbiamo fatto una foto insieme, che per me ha lo stesso valore di quella con Del Piero. Stefano ha tenuto la sciarpa per tutto il resto della manifestazione, come potete vedere dal video pubblicato qualche giorno fa. FORZA STEFANO…NON MOLLARE!

Scarica la lettera che ho scritto per Stefano: Lettera per Stefano

Per tutti quelli che vogliono contribuire a far nascere la Fondazione Stefano Borgonovo, gli aiuti vanno inviati a:
Comitato per la costituzione della Fondazione Stefano Borgonovo
presso la
Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza – Alzate Brianza – Società Cooperativa – Filiale di Erba

Coordinate bancarie internazionali
IBAN: IT 41 G 08329 51270 000000201518

Altre foto della manifestazione IL BORGO PER IL “BORGO”:

Juventus Club Meda da Stefano Borgonovo

lunedì, 24 novembre, 2008

Ieri sono stato da Stefano Borgonovo a Giussano, e gli ho consegnato la sciarpa del nostro club. Sto scrivendo un articolo per raccontare il breve incontro, nell’attesa guardate questo video, che testimonia come Stefano abbia tenuto la nostra sciarpa fino alla fine della manifestazione. FORZA STEFANO!

Stefano Borgonovo a Giussano

venerdì, 21 novembre, 2008

Borgonovo a GiussanoGiussano celebra il suo campione Stefano Borgonovo. Domenica 23 Novembre 2008, presso il campo della Vis Nova (a fianco del tennis Giussano, e della piscina comunale) ci sarà una raccolta di fondi per aiutare a fan nascere la Fondazione Stefano Borgonovo. A partire dalle ore 14.00, dopo Como, Firenze e Monza anche Giussano potrà contribuire ad aiutare i malati di SLA. L’ingresso è gratuito, sarà possibile effettuare un’offerta che verrà devoluta alla Fondazione Stefano Borgonovo.
In caso di maltempo, la manifestazione si terrà presso il Palatenda di Via Cavour a Giussano.
Interverranno: Scuola Calcio Extrasport, Scuola Calcio Inter, Squadra “Azzurri dello Spettacolo”. Opsiti d’eccezione: Franco Fasano, Simona Bencini, Nuovi Angeli, Eiffel 65, New Trolls, il Mago Alexander, Pusceddu, Marco Osio, Sandro Giacobbe, Alfredo Minutoli (Zelig) e ex colleghi di Stefano che si sfideranno in una partita con inizio alle ore 16.00.
Lo Juventus Club Meda sarà presenti con diversi membri e estende a tutti l’invito a partecipare a questa importante iniziativa, dato che la Juve gioca sabato sera, e domenica pomeriggio siete tutti liberi di venire a Giussano!

FORZA STEFANO

Borgonovo è uno di noi!

mercoledì, 8 ottobre, 2008

Stefano Borgonovo è un tifoso della Juventus! Per chi non ha potuto vedere Sky pochi minuti fa, ecco due video registrati dalla tv (scusate per la qualità e l’audio, ma non è importante) all’ingresso di Stefano allo Stadio Franchi e sotto la Curva Fiesole. Infine un’intervista a Roberto Baggio.

Aiutiamo Stefano

lunedì, 15 settembre, 2008

Questo post è per ricordarvi che da oggi lunedì 15 a domenica 21 settembre sarà sufficiente inviare un sms del valore di un euro o effettuare una chiamata da rete fissa Telecom Italia del valore di 2 euro al numero 48589 per contribuire alla raccolta fondi per il progetto di ricerca “Studio pre-clinico finalizzato all’identificazione di trattamenti farmacologici combinati in grado di rallentare la progressione della malattia nei pazienti affetti dal Sclerosi Laterale Amiotrofica”. Aderiscono all’iniziativa gli operatori Tim, Vodafone, Wind, “3”e  Telecom Italia.

Vedi post dell’8 Settembre dedicato a Stefano Borgonovo

Stefano Borgonovo

lunedì, 8 settembre, 2008

Giovedì sera sul canale satellitare Sky Sport 24 ho visto un servizio che non avrei mai voluto vedere. Stefano Borgonovo, dalla sua casa di Giussano, a pochi passi da Meda, ha trovato la forza di raccontare il suo dramma.

“Io, Stefano Borgonovo, sono malato di Sla. Ho aperto una fondazione per aiutare chi è nelle mie condizioni. Voglio trovare soldi per la ricerca: magari salta fuori la penicillina del 2008. Mi rifiuto di pensare che la Sla sia una malattia del pallone. Io, se potessi, scenderei in campo adesso, su un prato o all’oratorio. Perché io amo il calcio”.

La sclerosi laterale amiotrofica, chiamata SLA, o anche morbo di Lou Gehrig, è una malattia degenerativa e progressiva del sistema nervoso che colpisce selettivamente i cosiddetti neuroni di moto (motoneuroni), sia centrali sia periferici. La voce di Stefano, oggi, è quella dell’eye tracker, la macchina che lo tiene in contatto con il mondo. Si sapeva che non era in buone condizioni di salute, ma mi ha colpito la sua scelta e il suo coraggio di raccontare al mondo la sua malattia, di mostrarsi di fronte alle telecamere, e di riuscire ugualmente a sorridere. Ha giocato nel Como, nella Fiorentina (insieme a Roberto Baggio) e nel Milan (decisivo un suo gol in semifinale di Coppa Campioni). Era un nostro nemico. Tuttavia oggi questa rivalità non esiste più e noi dello Juventus Club Meda come tutti i tifosi di calcio facciamo il tifo per lui affinchè possa vincere questa battaglia. Stefano sta scrivendo un libro. L’8 Ottobre, presso lo stadio Artemio Franchi di Firenze, si affronteranno in amichevole Fiorentina e Milan, e il ricavato della partita verrà devoluto in beneficenza per finanziare le ricerche sul morbo di Lou Gehrig.
Non andremo allo stadio, ma possiamo anche noi contribuire a questa raccolta di fondi in 2 modi:
1) Da lunedì 15 a domenica 21 settembre sarà sufficiente inviare un sms del valore di un euro o effettuare una chiamata da rete fissa Telecom Italia del valore di 2 euro al numero 48589. Aderiscono all’iniziativa gli operatori Tim, Vodafone, Wind, “3”e  Telecom Italia.
2) Domenica 21 settembre, invece, oltre 100 volontari delle varie Sezioni Provinciali e Regionali dell’Aisla allestiranno stand in circa 40 piazze italiane per distribuire materiale informativo sulla Sla e dare vita all’iniziativa “Quello buono…sostiene la ricerca” sostenuta dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura e dalla Provincia di Asti, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e dal Consorzio Tutela Vini di Asti e del Monferrato. Con un contributo minimo di 10 euro sarà possibile aggiudicarsi una delle 6.000 bottiglie di pregiato Barbera d’Asti DOCG create per l’occasione in Edizione Limitata.
Per ulteriori informazioni visitate il sito dell’Aisla

FORZA STEFANO

Aggiornamento: Il conto corrente della Fondazione Stefano Borgonovo in supporto della ricerca, del centro Nemo dell’ospedale Niguarda di Milano dei malati di SLA è Bcc Alta Brianza filiale di Erba, c/c it04z0832951270000000202000