Archive for the ‘Coppa Italia’ Category

Le temutissime pagelle di…

mercoledì, 30 gennaio, 2013

Lazio – Juventus

Storari 5,5: sul primo gol la colpa è tutta di Peluso, impegnato a raccogliere margherite a centro area con Gonzales dietro di lui alto la metà e libero di segnare di testa in tuffo. Sul secondo avrebbe potuto uscire dai pali, ma in questo momento gira così e se prendiamo gol ad ogni tiro in porta che subiamo (non solo in coppa Italia), un pensierino al fatto che giocare senza portiere non è conveniente la società dovrebbe farlo invece di rinnovare il contratto ad un giocatore finito da almeno 3 anni…ma è l’idolo dei tifosi… e allora inchiniamoci a sua maestà Gigi
Barzagli 6: Klose non è al top e Mauri pensa più a sfuggire alla giustizia ordinaria e non che a creare pericoli. Ordinaria amministrazione, i gol arrivano sempre dalla stessa parte e io continuo a voler guardare in faccia chi critica Chiellini
Bonucci 6: anche per lui poco lavoro, sul secondo gol però su Floccari ci dovrebbe essere stato un saltatore, non Vidal…
Peluso 5: devo dire che fino al gol di Gonzales non mi era dispiaciuto…non ho ulteriori commenti da fare sulla sua prestazione… spero che la moglie/fidanzata abbia gradito l’omaggio floreale
Isla 6: prestazione onesta, sinceramente però da lui mi aspetto molto di più
Padoin 5: non può dare più di così perchè i suoi mezzi tecnici e fisici sono questi…la colpa non è sua, ci mette tanto impegno ma non è da Juve punto!
Marrone 6: prova a dettare i tempi di gioco, in parte ci riesce ma deve maturare ancora tanto. Comunque credo che col tempo possa diventare un giocatore importante e la società fa bene a puntare su di lui
Vidal 7: combatte per tutti i 97 minuti, segna il gol che ci illude e subito dopo si fa superare da Floccari. E’ un guerriero che non si risparmia mai e mette sul campo tutto quello che ha dentro. Non finirò mai di ringraziarlo per quanto onora la maglia che indossa
Giaccherini 6: si impegna, corre, ci prova, fa un po’ di casino che a volte non guasta visto che a capirci poco sono anche gli avversari oltre che i compagni ma poi non arriva mai al tiro e non riesce a mettere nessuno in condizione di colpire
Giovinco 2: come sempre…non tiene un pallone, non fa MAI un gol decisivo, non dà peso al reparto avanzato, gioca da solo e con i compagni di reparto non c’è feeling e va a terra non appena gli avversari spostano un filo d’aria. Tra i nostri attaccanti è quello che ha la media gol/minuti giocati più bassa e nonostante questo c’è ancora qualcuno che lo preferisce a Matri (accusato di non tenere su un pallone…perchè invece il nano ne tiene qualcuno?) e Quagliarella (accusato di essere polemico e discontinuo…però è l’unico che la mette dentro con una certa regolarità). Purtroppo lo dovrò sopportare fino a fine stagione e poi spero di non vederlo mai più con la maglia della Juve. Per ora di decisivo gli ho visto sbagliare il gol di ieri al 96′ minuto e qualche altro gol sbagliato tra campionato e Champions League sperando che anche quelli non diventino decisivi alla fine…
Vucinic 6: non è al meglio, ma credo che giocare con Giovinco sia veramente un impresa titanica. Il nano sbaglia tutti i movimenti, non passa mai la palla e ti manda pure a quel paese se non gliela dai sui piedi…non capisco perchè Mirko non gli ha ancora messo le mani addosso
Quagliarella 5: a parte un tentativo velleitario da 30 metri non da nessun segno di vita
Pirlo 5,5: non è che il suo ingresso in campo abbia cambiato più di tanto la partita, ma se li davanti non si muove nessuno anche per lui diventa difficile
Marchisio 4: non si vede mai fino al 96′ quando calcia fuori un tap-in facilissimo…incredibile!

Annunci

Le temutissime pagelle di…

mercoledì, 21 marzo, 2012

Juventus – Milan

Storari 6: non esce su un traversone dalla trequarti e Mesbah segna il gol del pari. Per il resto il Milan tiene il predominio territoriale ma non punge più di tantoe  lui si disimpegna bene su Ibra nel primo tempo e con un paio di interventi abbastanza facili nel resto della partita

Lichsteiner 6: nel primo tempo spinge come un forsennato, poi si blocca dietro e cala di rendimento col passare dei minuti

De Ceglie 6,5: prestazione concreta senza sbavature e con buoni recuperi in fase difensiva. Quando può prova anche e farsi vedere in fase offensiva

Bonucci 6: abbastanza bene su Ibra, poi soffre parecchio la mobilità di Maxi Lopez

Chiellini 6,5: butta il cuore oltre l’ostacolo. Nel primo tempo fa sentire fisicamente la sua presenza a Ibra poi cerca di tappare le falle che si aprono di tanto in tanto nel secondo tempo

Pirlo 7,5: è il centro gravitazionale della Juve. Tutto gira intorno a lui e tutti i palloni passano dai suoi piedi. E’ uno spettacolo vederlo giocare e la naturalezza con cui attrae su di se gli avversari per poi liberarsi del pallone facendo sembrare facili giocate che in effetti non lo sono

Vidal 7: il guerriero cileno probabilmente ha una dotazione extra di polmoni, corre per 120 minuti senza mai fermarsi. Non va a pressare alto come è solito fare ma appena il pallone entra nella nostra metà campo lui è pronto a fronteggiare il portatore di palla. Grandissimo!

Giaccherini 6,5: corre molto, recupere molti palloni e poi quando viene spostato sulla fascia si propone spesso per le ripartenze. Si divora un gol ad inizio supplementari perchè ha la presunzione di saltare il portiere quando invece avrebbe dovuto appoggiarla nell’angolino di piatto

Pepe 6,5: con Lichsteiner forma una coppia insuperabile sulla fascia destra. Esce probabilmente stanco seguito di pochi minuto dal compagno di corsia

Del Piero 6,5: finalmente segna nel SUO stadio, mi piange il cuore doverlo dire ma si vede che ormai la sua carriera volge al termine. Nonostante questo la classe rimane cristallina e mette a segno un gran gol che ci porta in vantaggio. Oltre alla classe anche carattere e personalità non gli faranno mai difetto. Esce tra gli applausi convinti di 40.000 persone che l’hanno amato e lo terranno sempre nel cuore come il più grande giocatore che ha segnato gli ultimi 20 anni di storia bianconera.

Vucinic 9: un vero fenomeno, ogni volta che riceve la palla regala giocate imprevedibili e tecnicamente di livello superiore. Antonini viene saltato regolarmente ed ogni volta in modo diverso e penso che se lo ritroverà nei suoi incubi notturni ancora per molto tempo. E’ in un momento di forma strepitosa e quando è così non ce n’è per nessuno. Ci regala la qualificazione con un gol da manuale del calcio. Speriamo che questo momento duri fino a fine stagione e se sarà così le possibilità vincere il campionato e la coppa Italia saranno tantissime

Marchisio 6,5: entra al posto di Pepe e si piazza nella sua posizione preferita facendo andare Giaccherini sulla destra e subito il centrocampo riprende il controllo della situazione. E’ fondamentale per il nostro gioco e quando si ritrova con Vidal e Pirlo per gli avversari diventa veramente difficile prendere in mano le redini del gioco

Borriello 4: se è vero che Del Piero non è più quello di una volta per Borriello non saprei dire che cosa non è più…vedo solo che è lento, non vince un contrasto aereo nemmeno a pagare il suo avversario. Fa sempre fallo e in quasi 60 minuti di gioco riesce a tenere su palla per far risalire la squadra solo un paio di volte e la seconda a meno di 5 minuti dal termine. Cerca sempre il contatto con l’avversario e poi chiede il fallo (che spesso invece commette lui), di giocare a calcio proprio non se ne parla e quando ha la palla buona pensa bene di tirare in porta quando ormai Amelia ha chiuso lo specchio invece di passarla in mezzo a Vidal che si è fatto 50 metri di corsa per farsi trovare libero in mezzo all’area. Avrei ancora molte cose da scrivere su questo pseudo calciatore/fotomodello ma credo di avergli dedicato molto più spazio di quanto meriti

Caceres 6,5: entra al posto di Lichstainer e ci mette tutta la grinta e la cattiveria agonistica che servono in una partita così complicata. Buone diagonali e buone chiusure sulla fascia. Dominica c’è l’Inter e lui è pronto

Conte 7: il milan vuole fare il triplete e la partita è difficile. Mette in campo Del Piero che lo ricambia con il gol dell’1-0. Nella ripresa c’è molto da soffrire perchè senza Ibra il Milan è costretto a giocare a calcio con 11 giocatori e ne raccoglie i frutti finendo in vantaggio il tempo regolamentare per 2-1. Nei supplementari però in campo c’è solo una squadra che nell’arco dei 210 minuti ha strameritsto il passaggio del turno dimostrando di essere nel complesso superiore al Milan come superiore al Milan è stata anche negli scontri diretti in campionato. Speriamo di essere davanti al Milan alla fine del campionato stesso

 

Le temutissime pagelle di…

giovedì, 9 febbraio, 2012

Milan – Juventus

Storari 7: gran parata sulla punizione velenosa di Ibra. Molto sicuro nelle uscite

Caceres 8: al suo secondo esordio nella Juve regala una doppietta e la soddisfazione a tutti i tifosi di vincere a S.Siro contro il Milan. Il secondo gol è degno del miglior trequartista….Grandissimo

Chiellini 7: non sbaglia praticamente nulla. Neutralizza Ibra che è pericoloso solo su un calcio di punizione

Bonucci 6,5: buona prestazione. Attento e preciso finalmente negli appoggi

Barzagli 6,5: si fa superare una volta da El Sharawy, ma per il resto è il solito leader della difesa e la squadra subisce pochissimo anche nel momento di massima pressione del Milan

Pirlo 6,5: torna in quello che per anni è stato il suo stadio e mette tanta malinconia nei cuori dei rossoneri….loro hanno puntato su Van Bommel….contenti loro….

Padoin 6,5: corre e copre le spalle a Pirlo. Conte lo conosceva e sono sicuro che si confermerà come ottima alternativa

Giaccherini 6: pensa di più a svolgere compiti di contenimento. Una buona prova senza lampi di genio

Estigarribia 6,5: deve ancora migliorare parecchio quando si trova in zona gol, ma per il resto fa tutto molto bene. Spesso si trova a fare il terzino cavandosela egregiamente e non fa mai mancare la sua presenza sulla fascia sinistra. E’ cresciuto molto a livello tattico, ha corsa e voglia di fare bene seguendo i dettami del mister

Del Piero 6: cerca di duettare con Borriello ma non riesce mai a liberarsi per il tiro

Borriello 6,5: si muove molto e cerca di entrare nel vivo del gioco. Da un suo tiro parato da Amelia nasce il primo gol di Caceres

Quagliarella 6: entra al posto di Del Piero e da il suo contributo

Vucinic 6: sostituisce Borriello e prova a farsi vedere con una conclusione da fuori

Marrone 6: pochi minuti giocati con la solità personalità

Conte 7: mette in campo 8 “riserve” ma il gioco non ne risente per nulla. Vuol dire che tutti remano nella stessa direzione e tutti credono nel suo gioco. Anche chi gioca meno quando viene chiamato in causa offre ottime prestazioni. Avanti così, adesso non ci si può più nascondere, la Juve ha l’obbligo di puntare a tutto e Conte lo sa benissimo!

Le temutissime pagelle di…

mercoledì, 25 gennaio, 2012

Juventus – Roma

Storari 6,5: viene impegnato in rari tiri dalla distanza di Gago e Pijanic, niente di difficilissimo, comunque si è sempre fatto trovare attento

Barzagli 6,5: si vede poco ma la sua presenza è fondamentale per i compagni che in lui hanno il punto di riferimento

Chiellini 6,5: gioca a sinistra nella difesa a 3… forse il ruolo in cui si trova più a suo agio. Combatte su tutti i palloni e quando è a posto fisicamente di solito riesce sempre ad arrivare prima degli altri

Bonucci 6: se non fosse per quella svirgolata ad inizio ripresa direi che on ha sbagliato niente…ma sarebbe chiedere troppo. Comunque direi meglio del solito

Lichsteiner 7: è una spina nel fianco destro della Roma. Si propone appena possibile e Pirlo lo cerca e lo trova con continuità. Inesauribile…io proporrei di soprannominarlo Duracell

Pirlo 7,5: sta tornando ai livelli dei primi mesi di campionato e tutta la squadra gli gira meravigliosamente intorno. Un giocatore che se a posto fisicamente fa la differenza forse più adesso che quando giocava nel Milan

Marrone 6,5: nel primo tempo regala assist a chiunque, mada davanti al portiere Estigarribia e Del Piero…segnatevi questo colore…presto sarà di gran moda!

Giaccherini 7: i miei dubbi sul Giacche sono ormai totalmente scomparsi. Si è riciclato come mezzala ed in quel ruoloè devastante con la sua rapidità. Una valida alternativa a Marchisio e agli esterni sia alti che di centrocampo. Con lui e il giovane Marrone la paura che dietro ai 3 titolari di centrocampo non ci fosse più nessuno viene spazzata via nello spazio di una partita e mezzo.

Estigarribia 7,5: un folletto che fa diventare pazzi Taddei e Kjaer. Praticamente non lo prendono mai e per fermarlo sono costetti al fallo sistematico. Mette in mezzo degli ottimi palloni che solo per pochissimo non vengono sfruttati. Oltre a tutto questo è attentissimo a chiudere chiunque si affacci sulla sinistra con grande disciplina tattica. Purtroppo non è perfetto e sbaglia un paio di gol ma per ora a me va beneissimo così…l’importante è che la butti dentro quando serve come a Napoli

Borriello 6,5: esordio dal primo minuto con la maglia bianconera, si impegna molto e fa a sportellate con Heinze (che pensava di giocare a pallavolo visto che per 2 volte ha fermato la palla con le mani in area), non è ancora inserito bene negli schemi, ma potrebbe essere una valida alternativa li davanti

Del Piero 8: finalmente segna il suo primo gol nel nuovo stadio e si libera di un incubo. La perla di ieri sera è solo l’ultima di una serie incredibile di giocate che da quasi 20 anni accendono il cuore dei bianconeri. Oltre al gol si è mosso fra le linee con la sapienza che gli compete e ha combattuto quando c’era da tirare fuori i denti. Concludendo, il solito grande Capitano, quello che tutti noi abbiamo sempre amato e che ameremo per sempre

Matri 6: entra al posto di Borriello, soliti bei movimenti, solita generosità, solità sfortuna in fase conclusiva. E’ un momento un po’ così, passerà presto e tornerà a segnare fiumi di gol, ne sono certo

Quagliarella 6,5: entra al posto di Del Piero e colpisce subito una trversa a porta quasi vuota su assist di Estigarribia. Si muove bene e sembra aver assorbito bene la botta. Li davanti la concorrenza è agguerrita e il posto se lo devonoguadagnare tutti perchè adesso abbiamo 5 attaccanti per 2 posti e tutti con caratteristiche diverse ma più o meno allo stesso livello

Krasic 6: pochissimi minuti ingiudicabili. La sufficienza è un incoraggiamento…sembra che il ragazzo ne abbia parecchio bisogno

Conte 7: incontravamo la squadra che tutti davano come la più in forma del campionato.  Bene, questo futuro Barcellona è stato asfaltato dal gioco e dalla superiorità della Juve in ogni settore del campo. Una superiorità sia tecnica che atletica che ridimensiona di parecchio le ambizioni romaniste e accresce la convinzione nei nostri ragazzi che ancora una volta ci hanno regalato una prestazione da incorniciare

Le temutissima pagelle di…

venerdì, 14 gennaio, 2011

Juventus – Catania

Buffon 7: solo una bella parata nel finale. Il voto è per la gioia di rivederlo in campo

Sorensen 6,5: il ragazzone alla fine si dimostra il più solido dei terzini a disposizione di Del Neri. E’ ancora molto acerbo, qualche errore è inevitabile, ma se continua su questa strada ha il futuro assicurato

Grosso 5: riesce a farsi mettere in difficoltà anche da Antenucci che gioca fuori ruolo è finito da più di tre anni e con noi gioca titolare….bho

Chiellini 6: ordinaria amministrazione, il Catania arrivato a Torino non porta veri pericoli alla difesa se escludiamo gli ultimi 10 minuti

Bonucci 6: vedi sopra

Felipe Melo 6: meriterebbe un voto molto più alto, con lui in campo è tutta un’altra storia a centrocampo. Peccato che la sua stupidaggine ci è già costata 6 punti in campionato…..

Marchisio 6,5: torna centrale e sfoggia gran dinamismo, poi ritorna a sinistra e si fa trovare pronto anche li. Un giocatore universale con buona tecnica e molta intelligenza tattica

Krasic 7: un gol e tanti buoni spunti, con il centrocampo che funziona lui trova spazio e quando prende 2 metri all’avversario diventa devastante

Pepe 7: un gol meritatissimo per la capacità di questo ragazzo di adattarsi un po’ a tutti i ruoli. Ha caratteristiche diverse da Marchisio, ma la mentalità e lo spirito di squadra sono gli stessi

Del Piero 8: lampi di classe e di genio, la difesa catanese riesce a fermarlo solo con tantissimi falli. Ubriaca Augustyn e offre a Krasic la palla del primo gol; con un tocco magico mette Marchisio davanti al portiere e poi tanti eltre giocate che stappano gli applausi. Avrebbe anche potuto fare 2 gol (uno l’aveva fatto) se non fosse stato fermato per due fuorigioco inesistenti. E a Napoli in campo c’era Amauri….

Toni s.v.: altro infortunio tra le punte….non ho parole

Aquilani 6+: si muove bene e da ordine a tutta la squadra; è chiaro che con Melo che gli copre le spalle gioca con più libertà e con migliori risultati

Grygera 6: sostituisce Grosso e Antenucci non vede più il pallone, nel finale entra il vivace Gomez che gli scappa un paio di volte ma niente di clamoroso

Motta s.v.: entra a partita ormai ampiamente conclusa

Del Neri 6: Perde un altro attaccante (e speriamo sia solo quello), fa quello che può con i giocatori che gli restano a disposizione. Discutibile il fatto di aver rischiato Toni non in perfette condizioni, ma d’altra parte non aveva nessun altro a disposizione a parte Giannetti

Le temutissime pagelle di…

venerdì, 29 gennaio, 2010

Inter – Juventus

Buffon 7: due grandi parate e molta sfortuna

Grygera 6: soffre ma non lascia troppo spazio agli avversari

Grosso 6+: difende discretamente, è una novità assoluta, ma non appoggia a sufficienza la fase offensiva

Cannavaro 6: gli avanti interisti arrivano dappertutto, lui riesce a mettere qualche pezza

Chiellini 6,5: vale il discorso fatto per cannavaro, ma lui di toppe ne mette un po’ di più

Felipe Melo 6: meglio delle ultime 10 partite, ma ancora troppo poco, nel secondo tempo naufraga, proprio quando Sissoko è costretto a stringere i denti per un infortunio

Sissoko 6: bene fino all’infortunio, poi è costretto a frenare la sua foga agonistica

De Ceglie 5,5: nel primo tempo si propone bene e aiuta la difesa, poi naufraga e si fa schiacciare nella propria metà campo senza portare più un affondo

Candreva 6: uno dei pochi a provarci nel secondo tempo

Diego 7: un gol e tante belle giocate in mezzo a 4-5 avversari, è da solo, Amauri è un palo piantato in mezzo al campo

Amauri 5: prova a rendersi utile come può, ma è di una lentezza imbarazzante

Paolucci s.v.: entra pochi minuti senza toccare la palla

Ferrara 6,5: perchè se la squadra prende sempre gol negli ultimi minuti non è colpa sua!

Le temutissime pagelle di…

giovedì, 14 gennaio, 2010

Juventus – Napoli

Manninger 6: nessun tiro particolarmente pericoloso (a parte la traversa di Hamsik); ordinaria amministrazione

Caceres 6,5: copre tutta la fascia e serve a Del Piero il pallone del 2-0. Molto bravo il ragazzo

Grosso 5: ormai è al capolinea, lento e affannato, fatica a superare la metà campo ed è sempre in ritardo

Legrottaglie 6: non fa danni; è già un bel risultato

Chiellini 6,5: il solito dominatore della propria area

Salihamidzic 6: svolge il compito assegnato con diligenza e puntualità

Felipe Melo 6: molto meglio delle ultime prestazioni, forse sta riprendendo fiducia…speriamo, può dare molto di più

De Ceglie 6,5: corre molto, copre tutta la fascia sinistra e spesso è in aiuto di Grosso; una prova convincente

Diego 7,5: un gol, un rigore procurato ed un palo oltre a molte belle giocate. Giocare negli spazi dietro alle punte è il ruolo che gli si addice, è un campione ha solo bisogno di tempo e fiducia

Del Piero 7: due gol e fraseggi con Diego che lasciano ben sperare; sta rientrando in forma. Bentornato Capitano!

Amauri 5: inutile….come sempre

Grygera 6: rileva un Grosso in debito d’ossigeno e chiude tutti quelli che gli si parano davanti

Immobile s.v.: pochi minuti per far prendere gli applausi a Del Piero

Ferrara 6,5: costretto dalle assenze ritorna al “vecchio” rombo e  si è rivista una squadra di calcio. Diego e Del Piero hanno duettato bene e le premesse per una rinascita ci sono. Speriamo di continuare su questa strada e non piombare più nel baratro delle ultime settimane.

Coppa Italia: sarà Juventus-Napoli

venerdì, 27 novembre, 2009

Si giocherà a Torino il 13 gennaio 2010 la gara valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia tra Juventus e Napoli. La squadra partenopea ha battuto ieri il Cittadella e si è qualificata per il turno successivo. Sarà una gara unica ad eliminazione diretta, come eventualmente il turno successivo.
Avremo quindi l’occasione di riscattarci per la sconfitta casalinga dello scorso 31 ottobre..

Coppa Italia 2009/2010

sabato, 18 luglio, 2009

E’ stato sorteggiato il tabellone di Coppa Italia. La Juventus entrerà in scena negli ottavi di finale, che si svolgeranno in dicembre o gennaio. Salvo sorprese, l’avversario sarà il Napoli.

Ecco il tabellone:

coppa italia 2009/2010Clicca per ingrandire

Le temutissime pagelle di…

giovedì, 23 aprile, 2009

Juventus – Lazio

Buffon 5,5: non ha particolari responsabilità sui gol, ma non è possibile che ogni tiro in porta sia gol…io mi ricordo il portierone che faceva i miracoli, quest’anno non si è mai visto

Grygera 5: prova a tappare quache buco e a proporsi in fase offensiva…e sottolineo PROVA

De Ceglie 4: a cosa serve un terzino che non ha la minima idea di cosa voglia dire difendere e che non è nemmeno un fulmine in fase offensiva? E c’è gente che continua a criticare Molinaro

Mellberg 5: non riesce ad essere una guida per il giovane Ariaudo e nemmeno riesce a coprire i suoi peccati di gioventù

Ariaudo 5: è timoroso e va in tilt sul gol di Zarate che se lo beve come un bicchiere d’acqua naturale. E’ ancora molto acerbo

Tiago 6+: nel primo tempo è l’unico che cerca di fare un po’ di gioco e contemporaneamente tamponare i buchi di un centrocampo collassato

Marchisio 5: irriconoscibile

Marchionni 4: non ne fa una giusta, è un disastro totale…e pensare che in panchina c’è Camoranesi….

Giovinco 5: si vede solo in occasione dei calci d’angolo

Iaquinta 5: non pervenuto

Trezeguet 4: si fa anticipare regolarmente da un fuoriclasse di nome Rozenhal ed è sempre in ritardo su ogni pallone. Quando finalmente riesce a colpire l’unica palla della partita l’esecuzione è debole e poco angolata. Io mi ricordo un giocatore cinico, con il fiuto del gol che sui palloni vaganti in area arrivava sempre per primo….

Camoranesi 6: il suo ingresso in campo dà vivacità al gioco offensivo, finalmente c’è qualcuno che sappia creare e inventare occasioni. Cominciamo a tirare in porta e la Lazio va in affanno…Ma perchè non ha giocato dal primo minuto? Mezzo voto in meno per la solita espulsione nei minuti finali che sinceramente comincia ad infastidirmi parecchio

Nedved 6: Altro grande assente al fischio d’inizio…il solito Pavel battagliero e con un gran cuore

Del Piero 6,5: quando non gioca si sente la sua assenza. Entra e si inventa un gol, i palloni in area si moltiplicano, ma Trezeguet sembra imbalsamato

Ranieri 2: L’ho sempre difeso, ma la formazione schierata ieri sera con Del Piero, Camoranesi e Nedved in panchina si commenta da sola. Non ha ne scuse ne alibi; è evidente che la sua avventura alla Juve è arrivata al capolinea, dovrebbe rendersene conto e dimettersi con dignità!