Posts Tagged ‘AMAURI’

Sondaggio sul Samoano

lunedì, 17 maggio, 2010

Annunci

Tanti auguri Amauri!

mercoledì, 3 giugno, 2009

amauri_270708-1918614Sperando di non vederlo con la maglia rossonera, lo Juventus Club Meda augura buon compleanno ad Amauri, che oggi festeggia 29 anni! Pavel Nedved ti ha ceduto la maglia numero 11, quindi niente scherzi e in bocca al lupo per la prossima stagione!

Domani sera PALERMO-JUVENTUS

venerdì, 20 febbraio, 2009

Ultras PalermoIl ritorno di Amauri a Palermo. Chissà come verrà accolto dai suoi ex tifosi. Ho sentito che in caso di gol, lui non esulterà: personalmente odio queste scelte, non le capisco proprio. Quando segni, esulti coi tifosi della tua squadra. Non dico che devi correre sotto la curva o sotto il settore ospiti, ma il rispetto dei tuoi ex tifosi te lo sei guadagnato e ce l’avrai sempre. Se ora ti fischiano, è perchè ti temono. Quindi…se segni, esulti! Altrimenti gioca Trezeguet! Ahahah
Partirà per Palermo solo Berna, con i ragazzi del Nucleo. Dato il costo della trasferta, abbiamo raccolto qualche euro domenica scorsa per poter avere il nostro striscione anche allo stadio Barbera sabato sera: il nostro obiettivo infatti è non mancare mai in Italia e in Europa.
I biglietti sono in vendita presso le ricevitorie Listicket, le stesse che vendono i biglietti per la Juve. Dovrebbe esserci il tutto esaurito, come ogni volta che la Juve gioca al Sud, data la massiccia presenza di tifosi juventini nel meridione, troppo distanti da Torino per seguire la Juve ogni 15 giorni.
Non conosco bene la realtà ultras del Palermo, quindi non so darvi molte informazioni. La Curva Nord è la sede del tifo più acceso, dove dal 1980 dovrebbero esserci i Warriors Ultras Palermo (WUP) e le Brigate Rosanero, gli Ultras Curva Nord e il Borgo Vecchio Sisma. In Curva Sud invece ci sono gli UCS, Ultras Curva Sud appunto. Sono gemellati col Lecce, e vantano singole amicizie di gruppo coi romanisti e coi napoletani e altre squadre minori. La rivalità più accesa è con Catania e Messina.
Arbitrerà il signor Tagliavento.

Amauri sotto la Curva Nord

lunedì, 15 dicembre, 2008

Amauri sotto la Curva Nord

Tu chiamale se vuoi…EMOZIONI!

Amauri e Giovinco

lunedì, 8 dicembre, 2008

Amauri e GiovincoIeri sera guardando le interviste su Sky sono rimasto piacevolmente colpito dalle parole di Amauri che ha dichiarato che, all’ingresso in campo delle squadre, dato che mancava uno dei bambini che di solito accompagnano i giocatori, ha preso per mano Sebastian Giovinco. Grassa risata da parte di tutti e rituale che andrebbe ripetuto, visto che poi hanno esultato per i gol vittoria tutti e due, il gigante e il bambino. C’è grande sintonia all’interno dello spogliatoio, e i risultati della squadra lo dimostrano. Ora ci attende il Bate Borisov, ultima partita del girone di Champions League: basterà un pareggio per il primo posto che sicuramente non merita il Real Madrid, sconfitto anche ieri in casa dal Siviglia di Enzo Maresca. Sabato c’è il Milan, che arriverà più riposato al big match, poichè non hanno impegni di Champions League questa settimana…
Purtroppo mancherà anche Nicola Legrottaglie contro i rossoneri, non per infortunio, ma per squalifica, a causa dell’ammonizione rimediata ieri.

Ma l’inter ha vinto lo scudetto?

domenica, 23 novembre, 2008

Rigore nettoInter-Juventus 1-0. Questa volta hanno vinto loro. La prima dopo calciopoli. Non mi vergogno a dire che hanno meritato di vincere, non sono come gli interisti, la Juve non ha giocato come ci aspettavamo, anche se ci siamo difesi molto bene e il loro gol è arrivato nel modo più inaspettato. Il migliore in campo è stato senza ombra di dubbio Giorgio Chiellini, che come nelle gare precedenti, non ha concesso un centimetro a ibrahimovic. Il quale ha anche avuto due clamorose occasioni, ma non ha il coraggio di segnare alla Juve.
L’infortunio di Tiago, uno dei giocatori più in forma del momento, al secondo minuto ha complicato la partita che era stata preparata in un certo modo. Marchisio è entrato senza riscaldamento, anche se ha svolto il suo compito in maniera pulita. Mancava un po’ di fantasia, quella che Camoranesi non è riuscito a portare col suo ingresso, e mancava un po’ Pavel Nedved. Amauri ha lottato come un leone, ma tra materazzi e samuel non era facile.
Dopo 7 vittorie consecutive tra Champions League e Campionato arriva una perdita: paradossalmente sono convinto che ci farà bene questa sconfitta, perchè significa che non siamo ancora perfetti e bisogna lavorare per arrivare in alto, siamo solo a novembre, già qualificati per gli ottavi in Champions League…ma la stagione è lunga. E il 19 marzo potremo riprenderci la nostra rivincita. Li le cose saranno diverse.
Un’ultima riflessione sugli interisti: vivendo in provincia di Milano, vi dico che gli interisti sono molto esaltati per questa vittoria, come se avessero vinto lo scudetto. Si vede che ci temono in modo incredibile. Fino a ieri il 70% di loro voleva il ritorno di Mancini; fino al 72′ minuto allo stadio non si sentivano; dopo sono diventati tutti felici e i cori per Mourinho (più Cogli…che Special One) si sprecavano. Se questi sono tifosi….ma non ho mai avuto dubbi.

Nonostante l’assalto, finisce 1-1

giovedì, 25 settembre, 2008

Nel turno infrasettimanale la Vecchia Signora si ferma in casa. Un pareggio che per le occasioni avute ci va un pò stretto. Nel primo tempo la squadra di Ranieri gioca sottotono, poco propositiva a centrocampo dove Poulsen e Marchisio difendono bene ma non fanno lo stesso in fase d’impostazione. Il Catania c’impensierisce un paio di volte, poi grazie al nostro fantastico attacco riusciamo a portarci in vantaggio. Il gol, come succede ormai da 3 giornate a questa parte, porta la firma di Amauri; colpo di testa su cross di Giovinco, ottima la sua prima da titolare con la maglia bianconera: al riposo siamo in vantaggio.

Nel secondo tempo entra in campo una Juve più autoritaria, che va vicino al raddoppio con Giovinco ed Amauri, ma al 68° Chiellini effettua il primo errore di questa stagione (complice il rimbalzo della palla su un terreno in pessime condizioni) e subiamo il pareggio grazie a Plasmati, che aveva già segnato a San Siro contro l’Inter. La reazione della Juve è veemente, doppia traversa di Del Piero (autore di un’ottima gara) ed Amauri nella stessa azione ed una miriade di palle gol sventate dal portiere etneo Bizzarri. Al triplice fischio finisce 1-1.  Di questa partita possiamo salvare la reazione avuta dai ragazzi ed un attacco (Del Piero, Amauri, Giovinco) in palla, se non avessimo buttato via il primo tempo forse sarebbe finita diversamente.

Sabato è di nuovo campionato, anticipo delle 18, contro la Sampdoria a Genova e martedì a Minsk contro il Borisov.

Il massimo risultato con il minimo sforzo: 0-1 Amauri

lunedì, 22 settembre, 2008

Una Juve cinica riesce a sbancare Cagliari, nonostante l’assenza di Del Piero, Camoranesi, Trezeguet ed i suoi tifosi. Un squadra non bella, la mancanza di Camoranesi si è fatta sentire per quanto riguarda la fantasia, ma tosta; forse abbiamo abusato un pò troppo dei lanci lunghi per i granatieri dell’attacco (anche se il mister dice che era una tattica dovuta al terreno).

Durante la partita non ci sono state grandi occasioni da rete: un gol annullato (giustamente) ad Amauri ed il gol confezionate dalle “riserve”: cross di Marchionni, stop (che diventa un assist) di Iaquinta e tiro in mezzarovesciata di Amauri che soprende il portiere del Cagliari.

Si è rivisto in campo Tiago, Ranieri continua ad avere parole di elogio per lui, speriamo che abbia ragione, e che quest’anno ci dia una mano; continua invece il momento negativo di Molinaro, sicuramente i fischi della champions non sono stati un’ottima medicina. Per un lieve fastidio ad un adduttore (niente di grave) Buffon è dovuto uscire al termine del primo tempo, così ha fatto il suo esordio con la maglia bianconera Manninger, praticamente non impensierito per tutto il secondo tempo, tranne nel recupero,  dove con due grandi parate ha salvato la porta.

Mercoledì è di nuovo campionato a Torino con il Catania, chi volesse assistere alla partita ci contatti tramite il sito www.juventusclubmeda.it, sono previste agevolazioni. Vi aspettiamo domani al club dopo le 21.15

Juventus – Zenit San Pietroburgo

mercoledì, 17 settembre, 2008

Siam venuti fin qui
Siam venuti fin qui
Per vedere segnare Amauri…

L’attesa è finita

martedì, 16 settembre, 2008

Domenica dopo 3 mesi di attesa è finalmente tornato il campionato a Torino. Mi mancava quell’attesa all’angolo davanti alla pizzeria dove tutti arrivano e salutano, dove qualcuno offre sempre da bere, aspettando il calcio di inizio.

C’è stata anche la consegna degli abbonamenti alle persone che non erano andati a ritirarlo al club, e la consegna dei biglietti per la partita di Champions: infatti appeni scesi dal pullman MARTA ha dovuto correre in giro per lo stadio a consegnare il tutto. Come al solito abbiamo mangiato in pizzeria e in quell’occasione si è parlato delle prossime trasferte europee.
L’accesso allo stadio è stato veloce, per la prima volta il nostro striscione è stato appeso in Curva Nord. Come al solito il club era molto numeroso e nella nostra zona c’erano anche gli amici del club di Roma.
La partita è trascorsa tra cori d’incitamento alla squadra ed ai giocatori: naturalmente grande è stata l’ovazione da parte di tutto lo stadio al momento della sostituzione di Amauri.

Stasera dalle ore 21.00 ci ritroviamo tutti al club per sistemare i conti di domenica, per organizzare gli ultimi dettagli per domani (ricordo che il pullman, completo, partità alle ore 16.30; rientro previsto per l’1.00 di notte), e anche per pianificare la trasferta di Cagliari, dove sicuramente il nostro striscione sarà presente.

Domani saremo di nuovo tutti a Torino per il ritorno ufficiale in Champions e avremo bisogno di voi per poter incitare al meglio la squadra. E il nostro striscione debutterà in Champions League! Prima della partita, verso le 19.15, noi del blog ceneremo in pizzeria: tutti coloro che si vogliono unire sono i benvenuti. Si parla di invasione russa a Torino, qualcuno è già stato avvistato, ma il grosso arriverà domattina con voli charter da San Pietroburgo. Magari avremo qualche ospite a cena!